Condividi

Coppa degli Assi in scena ad Ambelia, gare e vincitori: ecco cosa è successo in attesa del gran finale

sabato 1 Ottobre 2022

Con circa 40 anni di storia, il Gran Premio Coppa degli Assi torna a far sognare gli amanti dell’equitazione. Giunta alla 37esima edizione, la competizione quest’anno si svolge nel Centro Equestre del Mediterraneo di Ambelia, a Militello Val di Catania.

La gara si appresta alla fine dopo un primo weekend, dal 23 al 25 settembre, che ha riscosso parecchio successo. Il secondo fine settimana, iniziato giovedì 29 settembre, è in corso e terminerà domenica 2 ottobre. I presupposti per bissare gli ottimi risultati ottenuti nella prima parte ci sono tutti.

L’evento, secondo per storia solo alla piazza di Siena, è tra i più antichi e prestigiosi concorsi ippici internazionali d’Italia, ed è organizzato dall’Istituto Incremento Ippico per la Sicilia e promosso dalla Regione Siciliana con il supporto tecnico di Fieracavalli. Quest’anno a causa dell’inagibilità temporanea del Centro Ippico de La Favorita, il concorso si è spostato da Palermo a Catania.

I primi tre giorni hanno visto l’alternarsi di competizioni internazionali a cui hanno partecipato oltre 200 cavalieri. In questo secondo appuntamento l’asticella si alza e saranno 8 le nazioni impegnate nell’impianto di Ambelia: Algeria, Austria, Belgio, Colombia, Francia, Germania, Irlanda e l’Italia, rappresentata dai nostri azzurri.

COSA E’ SUCCESSO NEL PRIMO WEEKEND

La prima tappa, andata in scena dal 23 al 25 settembre, ha visto trionfare tra i cavalieri Matteo Checchi nel Gran Premio CSI2* e Roberto Previtali e la sua Ballyne de Beauval nella quarta tappa dell’Italian Champions Tour. Sono proprio i 34.54 sec. senza sfiorare barriere che, oltre al primo posto della classifica individuale, hanno consentito a Previtali di conquistare la preziosa WILD CARD: un pass che garantisce l’accesso alle competizioni internazionali di Jumping Verona 2022, nel contesto dell’unica tappa italiana della Longines FEI Jumping World Cup™.

LA GIORNATA DI GIOVEDI’ 29 SETTEMBRE

Il secondo weekend si è aperto con le gare del Young Horses Tour che ha visto sfidarsi i cavalli più giovani delle scuderie dei cavalieri professionisti.

Esemplari di 5, 6 e 7 anni si sono misurati con percorsi e gare che sono spesso preparatorie alle competizioni più impegnative. Il podio, già dalla mattina, profumava di Sicilia, presente in quasi tutte le competizioni. Da Mariovalerio Pulvirenti primo nella H 1.35 7 yh, a Girolamo Daniele Arcidiacono, secondo nella H 1.25 6 yh e Antonio Sottile, terzo nella H 1.25 6 yh.

I siciliani hanno confermato i buoni risultati anche nelle gare pomeridiane del CSI3*. I vincitori delle categorie sono stati: Elisa Chimirri in sella a Concardo nella H 1.30, il siciliano Dario Fazio in sella a Black Lady nella H 1.35 e Bruno Chimirri in sella a Califfa Mild nella H 140. Nella H 1.30 c’è da registrare anche il terzo posto per il siciliano Dario Nasisi.

La giornata è stata anche l’occasione per un incontro tecnico di alto livello con lo Chef de Piste di fama mondiale, Uliano Vezzani, protagonista del primo incontro formativo sul campo per gli ufficiali di gara.

Trovo che sia molto importante il contatto diretto tra Ufficiali di Gara e Direttore di Campo, perché facilita il lavoro durante la competizione e ne alza il livello di competenze. Questa è la prima volta che riusciamo a farlo direttamente sul campo, grazie all’intuizione della Dott.ssa Patrizia Adobati (presidente di Giuria alla Coppa degli Assi, ndr) e il mio augurio è che questa tipologia di incontri possa farsi sempre più fitto, anche se so quanto sia complicato incrociare l’agenda di tutti, la mia per prima ha commentato Vezzani.

LA GIORNATA DI VENERDI’ 30 SETTEMBRE

Diverse le gare in programma. I vincitori del CSIYH1* sono stati: la messinese Claudia Salvo con Leslie Chow PSH Z in ex aequo con Riccardo Onori con COMIRES LZ nella H 1.15 5 yh, Elia Matteo Simonetti con Chavivant PS nella H 1.25 6 yh e Lorenzo Correddu con Kasalla nella H 1.35 7 yh. Ottimi risultati anche per il palermitano Gianluca Macchiarella e il catanese Salvatore Caccamo, rispettivamente secondo nella H 1.25 6 yh e terzo nella H 1.35 7 yh.

Da palermitano la Coppa degli Assi è sicuramente il concorso più sentito dell’anno – commenta Gianluca Macchiarella e saltare nei campi del CEM è sempre un piacere. È bello poter vantare un impianto sportivo così promettente, un valore aggiunto per il nostro territorio di cui essere fieri. Il nome del concorso sta tornando ad essere un appuntamento imperdibile, lo dimostra la qualità dei cavalieri iscritti in queste settimane”.

Hanno trionfato nel CSI1*: Giuseppe Carrabotta in sella a Dea Di Nixima nella H 1.25, Nathan Vicini in sella a Irwina Des Hauts Droits nella H 1.20, Tommaso Maglia in sella a Diams De Riverland nella H 1.15 e Niccolò Scarpato in sella ad Acero nella H 1.10.

La gara più impegnativa della giornata, la Longines Ranking Points “D” H 1.45, è stata vinta da Francesco Correddu in sella a Necofix. La specialità si è svolta sotto la firma dell’Università di Messina, impegnata tutto l’anno in progetti di collaborazione volti ad aumentare l’offerta formativa per gli iscritti. “Dal punto di vista didattico e di formazione – spiega il prof. Salvatore Cuzzocrea, Rettore dell’Università di Messinail centro equestre può offrire ai nostri studenti sia la conoscenza sul campo dei concorsi ippici internazionali che quella legata al mondo allevatoriale e di tutela delle razze come il Purosangue Orientale”.

Il Centro Equestre del Mediterraneo di Ambelia in pochi anni è cresciuto sia in ambito sportivo che allevatoriale, mi auguro che tra non molto sia il punto di riferimento regionale per il cavallo, in tutte le sue applicazioni” conclude il Rettore.

La giornata si è conclusa con le ultime due gare del CSI3*: la H 1.40, vinta da Bruno Chimirri in sella a Califfa Mild, e la H 1.35 vinta da Antonio Campanelli in sella a Diamant Della Verdina.

LA GIORNATA DI SABATO 1 OTTOBRE

La penultima giornata di competizioni si è aperta con il CSIYH1*. A salire sul gradino più alto del podio della H 1.35 7 yh è stato Roland Englbrecht con Perle DKB. Ad aggiudicarsi la vittoria sulla H 1.25 6 yh è stato Antonio Nasisi con Quino VH Dingenshof. Chiusa in ex aequo invece la H 1.15 5 yh, con Teodoro Pappalardo, in sella a Gran Flipper, e Claudia Salvo, in sella a Leslie Chow PSH Z.

Tra le competizioni della sesta giornata di gare, il Comune di Scordia è stato naming sponsor della H 1.25 del CSI1*, che ha visto trionfare il catanese Giuseppe Carrabotta in sella a Dea Di Nixima. L’amministrazione ha partecipato attivamente al prestigioso concorso internazionale, un evento particolarmente sentito dagli spettatori locali che proprio in questa occasione hanno ricordato il Concorso Ippico Città di Scordia tenuto nel 1970 svolto proprio dove oggi si trova il campo Trinacria. Ad aggiudicarsi oggi la medaglia d’oro sono anche: Nathan Vicini con Irwina Des Hauts Droits nella H 1.20, Tommaso Maglia con Diams De Riverland nella H 1.15 e Niccolò Scarpato in sella ad Acero nella H 1.10.

Il Premio Assessorato al Turismo Regione Siciliana, il CSI3* della H 1.45, ha visto trionfare l’arma dei Carabinieri. Un podio interamente conquistato dagli atleti scelti del gruppo sportivo delle forze armate: il gradino più alto va a Filippo Marco Bologni in sella a Diplomat, il secondo è di Emanuele Gaudiano con Conthargo-Blue. Seguono Francesco Correddu e Kikka del Leccione.

Altro buon risultato per Filippo Bologni che, vincendo la competizione Longines Ranking Points, si assicura una posizione nell’ordine di partenza del Gran Premio Coppa degli Assi di domani. Il cavaliere non avrebbe comunque avuto problemi ad accedere competizione finale che, fin dal suo esordio, riserva la gara ai migliori atleti del salto ostacoli mondiale. Infatti, il Gran Premio seleziona i suoi partecipanti con dei rigidi criteri come, ad esempio, l’aver indossato nella propria carriera agonistica la maglia della nazionale o aver partecipato alle Olimpiadi.

Il CSI3* continua con il Premio Comune di Militello, H 1.40 che, questa volta, vede Emanuele Gaudiano in sella a Vasco 118 conquistare la vetta della classica. Mentre, sul tetto della H 135 troviamo Alessia Costalla su Radja De Rochetailee. La giornata si è chiusa con il CSI3* della H 1.30, Premio Assessorato Agricoltura Regione Siciliana, vinto da Elisa Chimirri in sella a Concardo.

Non resta che aspettare domenica 2 ottobre per il gran finale. La gara più attesa è alle 12.00 con due manches di H 1.50. Ideata dallo Chef de Piste Uliano Vezzani, mette in palio un montepremi di 52mila euro. L’importanza della gara conferma il ritrovato prestigio nella 37^ edizione, con una rosa di iscritti noti al concorso, tra cui spiccano i nomi di Emanuele Gaudiano, Roberto Previtali e Simone Coata. Quale ‘Asso’ si aggiudicherà il Gran Premio di domani?

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Catania, truffa sui carburanti: 13 indagati e sequestro beni da 25 milioni CLICCA PER IL VIDEO

I sequestri sono stati eseguiti nelle province di Catania, Palermo, Enna, Catanzaro e Reggio Calabria. L’indagine, condotta dalle unità dei gruppi Tutela finanza pubblica del nucleo Pef della Guardia di finanza di Catania e Operativo regionale antifrode dell’Adm ha riguardato due distinti gruppi.

BarSicilia

Influenza, Covid e nuovi virus: a Bar Sicilia tutti i consigli dei professori Corrao e Vitale CLICCA PER IL VIDEO

Tra i professori inseriti nella World’s Top 2% Scientist, la graduatoria planetaria delle scienziate e degli scienziati con livello più elevato di produttività elaborata dalla Stanford University, ci sono anche Salvatore Corrao, Professore di Medicina Interna dell’Università di Palermo e Capo Dipartimento di Medicina Clinica dell’Arnas-Civico di Palermo e Francesco Vitale, Professore ordinario di Igiene…

La Buona Salute

La Buona Salute 60° puntata: Re.O.S. – Rete Oncologica Siciliana

La 60^ puntata de La Buona Salute è dedicata al progetto REOS, la rete oncologica siciliana, una realtà ormai concreta e una eccellenza siciliana per le patologie tumorali

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.