Condividi

Il buccellato è il re dei dolci siciliani natalizi, si contende lo scettro con mustazzoli e torroni

giovedì 19 Dicembre 2019

E’ il buccellato il re dei dolci natalizi siciliani. Sulle tavole isolane non può infatti mancare la ciambella ripiena di fichi, di mandorle, uva passa e altre specialità che la rendono ricca e gustosa. Lo rende noto Coldiretti Sicilia commentando i risultati dell’analisi “Il Natale nel piatto” presentata in occasione dell’Assemblea nazionale in corso a Roma, con i nuovi trend 2019 sui cesti enogastronomici.

Nell’Isola è sempre viva la tradizione di leccornie le cui ricette tramandate tra generazioni sono rese uniche dagli ingredienti “made in Sicilia”. Ma non solo il buccellato o i buccelatini. Nella Regione non manca certo il torrone realizzato solo con zucchero e frutta secca come il pistacchio. La varietà della produzione dolciaria dell’Isola diversifica e connota le province anche se spesso varia solo il nome e non gli ingredienti. Si va dai Mustazzoli catanesi a base di vino cotto, frutta secca, cannella e arancia ai Mucatoli o Nucatoli ragusani, anche questi a base di mandorle, miele, cotognata e altri prodotti.

E tra i regali e gli omaggi cresce la scelta di cesti enogastronomici. “Accanto all’immancabile panettone artigianale – sottolinea Coldiretti Sicilia – aumenta la ricerca di formaggi, salumi, conserve del contadino, paste di grani italiani antichi e vini autoctoni dietro ai quali si nasconde una storia da raccontare sulla tavole della festa dove sempre più spesso si parla di origine della materia prima, di stagionatura, invecchiamento o recupero di varietà a rischio di estinzione da valorizzare in cucina”.

“Negli ultimi anni nei Mercati Campagna Amica è aumentata la domanda dei cesti da regalare – sottolinea Francesco Ferreri, presidente regionale Coldiretti – perché i consumatori sanno che i nostri prodotti sono garantiti, tracciati, salutari. Dietro un cesto Campagna Amica c’è la storia e l’economia di un’area geografica ben definita e questo è uno dei nostri valori”.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Da donna Sarina c’è Nino Alibrandi (Cisl), il sindacalista operaio figlio di vittima di mafia: “Messina ha perso la memoria” CLICCA PER IL VIDEO

Il segretario generale della Cisl di Messina si racconta a donna Sarina. Nato in periferia, operaio metalmeccanico, il papà è stato ucciso della mafia

BarSicilia

Bar Sicilia, Raoul Russo zittisce il pettegolezzo: “Matrimonio solido tra FdI e Schifani” CLICCA PER IL VIDEO

Partito da Roma, arriva a Bar Sicilia Raoul Russo, intervistato da Maurizio Scaglione e Maria Calabrese. Il senatore palermitano, che siede tra le fila del partito di Giorgia Meloni, è stato nominato come componente della Commissione bicamerale Antimafia.

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.