Condividi

Mafia, sequestrati beni per 600 mila euro a pregiudicato palermitano

sabato 23 Dicembre 2017

Gli agenti della polizia di Stato hanno sequestrato beni per 600 mila euro riconducibili al palermitano Tommaso Catalano, 56 anni, indicato come vicino a Cosa nostra. Il provvedimento e’ stato disposto dal Tribunale di Palermo – Sezione Misure di Prevenzione, su proposta del Questore.

Sotto sequestro sono finiti due appartamenti a Palermo e una villa a Trabia. L’uomo ha precedenti penali per reati in materia di armi e droga, commessi dal 1985 ad oggi, e nel dicembre 2015 e’ stato arrestato nell’ambito dell’operazione denominata “Panta Rei, insieme ad altre 38 persone, ritenute responsabili a vario titolo dei reati di associazione a delinquere di stampo mafioso, estorsione, traffico illecito di sostanze stupefacenti e detenzione illegale di armi.

In particolare, Catalano, insieme al figlio Pietro e ad altri sodali, e’ stato indagato per la sua presunta appartenenza ad un’associazione dedita al traffico di hashish e cocaina, tra la Campania e la Sicilia; reato aggravato dall’avere agevolato Cosa nostra, in particolare il mandamento mafioso di “Porta Nuova”, per il quale avrebbe gestito la rete di vendita, il procacciamento della clientela, l’importazione della sostanza stupefacente dalla Campania ed il mantenimento dei contatti con i fornitori.

Gli accertamenti patrimoniali hanno dimostrato come l’indagato ed i suoi familiari non disponessero di entrate lecite e idonee per l’acquisto dei beni raggiunti dal provvedimento del Tribunale di Palermo. Infatti, nonostante la situazione reddituale dichiarata dal nucleo non fosse sufficiente a garantire il sostentamento familiare, attestandosi addirittura al di sotto della soglia di povertà assoluta, la moglie di Catalano aveva acquistato due immobili a Palermo ed una villetta nel territorio di Trabia.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Catania, truffa sui carburanti: 13 indagati e sequestro beni da 25 milioni CLICCA PER IL VIDEO

I sequestri sono stati eseguiti nelle province di Catania, Palermo, Enna, Catanzaro e Reggio Calabria. L’indagine, condotta dalle unità dei gruppi Tutela finanza pubblica del nucleo Pef della Guardia di finanza di Catania e Operativo regionale antifrode dell’Adm ha riguardato due distinti gruppi.

BarSicilia

Influenza, Covid e nuovi virus: a Bar Sicilia tutti i consigli dei professori Corrao e Vitale CLICCA PER IL VIDEO

Tra i professori inseriti nella World’s Top 2% Scientist, la graduatoria planetaria delle scienziate e degli scienziati con livello più elevato di produttività elaborata dalla Stanford University, ci sono anche Salvatore Corrao, Professore di Medicina Interna dell’Università di Palermo e Capo Dipartimento di Medicina Clinica dell’Arnas-Civico di Palermo e Francesco Vitale, Professore ordinario di Igiene…

La Buona Salute

La Buona Salute 60° puntata: Re.O.S. – Rete Oncologica Siciliana

La 60^ puntata de La Buona Salute è dedicata al progetto REOS, la rete oncologica siciliana, una realtà ormai concreta e una eccellenza siciliana per le patologie tumorali

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.