Condividi

Manca l’acqua all’Istituto Pio La Torre di Palermo: protesta dei studenti e lezioni sospese

mercoledì 5 Ottobre 2022

Proteste all’Istituto Commerciale Pio La Torre di Palermo, dove questa mattina gli studenti hanno interrotto le lezioni a causa della mancanza di acqua all’interno della scuola. Già ieri l’edificio era rimasto sprovvisto di acqua per problemi alle tubature. 

Gli studenti avevano atteso che la situazione si risolvesse in giornata; ma stamattina hanno ritrovato lo stesso problema. Così, hanno deciso di interrompere le lezioni e radunarsi tutti nello spazio esterno per protestare anche contro la Preside, accusata di non rispondere neppure alle e-mail dei rappresentanti. Solo dopo le proteste, gli studenti sono stati espulsi da scuola. 

“Sapevano bene che anche oggi saremmo rimasti senza acqua, ma hanno deciso comunque di farci entrare a scuola. La preside non risponde, non abbiamo alcuna notizia di quando si risolverà il problema. Siamo stanchi di passare metà della nostra giornata dentro edifici fatiscenti, con infiltrazioni, calcinacci e ora pure senza acqua. Dopo il blocco didattico è venuta l’Amap che ci assicurati che il problema riguarda la scuola, c’è forse qualche tubo otturato o rotto “spiegano gli studenti del Collettivo Autonomo Pio La Torre. 

In più nell’istituto mancano erogatori di acqua e cibo, non è stato rinnovato il contratto per garantire un bar all’interno della scuola e l’istituzione scolastica impedisce l’ingresso di cibo dall’esterno. Anche questo era stato oggetto di polemiche da parte degli studenti, che avevano anche lanciato una raccolta firme. 

“Il problema delle scuole fatiscenti, della mancanza di fondi per trovare o rendere gli edifici più grandi e idonei, per evitare che ci siano inefficienze così gravi come la mancanza di acqua è strutturale e riguarda anche le altre scuole di Palermo” continuano.

È per questo che il 7 ottobre gli studenti palermitani torneranno a manifestare in piazza. Il corteo partirà alle 9 da Piazza Verdi e arriverà sotto il Palazzo dell’ex Provincia, dove gli studenti hanno chiesto di incontrare il Sindaco della città metropolitana Lagalla. 

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Catania, truffa sui carburanti: 13 indagati e sequestro beni da 25 milioni CLICCA PER IL VIDEO

I sequestri sono stati eseguiti nelle province di Catania, Palermo, Enna, Catanzaro e Reggio Calabria. L’indagine, condotta dalle unità dei gruppi Tutela finanza pubblica del nucleo Pef della Guardia di finanza di Catania e Operativo regionale antifrode dell’Adm ha riguardato due distinti gruppi.

BarSicilia

Bar Sicilia, intervista esclusiva al Presidente dell’Ars Galvagno: “Cinque anni per cambiare la Sicilia” CLICCA PER IL VIDEO

Il protagonista della puntata speciale numero 216 di Bar Sicilia è Gaetano Galvagno. Il neo presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana ci ha accolti a Palazzo dei Normanni e, intervistato dal direttore Marianna Grillo e dall’editore Maurizio Scaglione, ha molto parlato di politica, di obiettivi e impegni comuni per il futuro della Sicilia. Galvagno ha risposto anche…

La Buona Salute

La Buona Salute 60° puntata: Re.O.S. – Rete Oncologica Siciliana

La 60^ puntata de La Buona Salute è dedicata al progetto REOS, la rete oncologica siciliana, una realtà ormai concreta e una eccellenza siciliana per le patologie tumorali

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.