Condividi

Scoperto deposito del rubato a Ballarò: oltre 200 tra cellulari, pc e tablet | FOTO

sabato 2 Novembre 2019
ricettazione cellulari ballarò

SCORRI LE FOTO IN ALTO

La Polizia di Stato ha scoperto ieri a Ballarò (PA), in una abitazione diroccata al confine con l’Albergheria, quella che probabilmente era uno snodo cruciale nella “filiera” che dal furto su strada o in abitazione, passando per la ricettazione, si sarebbe conclusa con la rivendita degli apparecchi elettronici.

I poliziotti sino giunti al deposito” di merce elettronica rubata attraverso una scrupolosa attività di “osservazione” e di controllo del territorio: una pattuglia dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, ieri pomeriggio, impegnata in giri perlustrativi all’interno dell’”Albergheria”, ha notato come l’andatura appiedata di un cittadino extracomunitario sia divenuta particolarmente frettolosa alla vista della volante della Polizia di Stato. L’uomo ha cambiato più volte direzione e lo ha fatto sempre guardandosi le spalle.

Quando gli agenti gli hanno intimato l’ “Alt Polizia” ne è nato un inseguimento che si è concluso proprio in un appartamento di vicolo Muzio a Palazzo Reale dove il fuggitivo ha trovato riparo e che, evidentemente, era nella sua disponibilità.

Gli agenti lo hanno inseguito fin dentro lo stabile e, giunti nella cucina dell’abitazione, hanno notato come l’uomo stesse liberandosi di alcuni cellulari contenuti in una tracolla portata al seguito e li stesse nascondendo in un cassetto della cucina.

Ciò ha, ovviamente, dato il via ad una accurata perquisizione domiciliare che ha consentito di rinvenire nascosti nella stessa stanza, oltre 200 articoli tra cellulari di ultima generazione, tablet, personal computer, sim card, mirco-sd e materiale elettronico usato per assemblare e ricostruire cellulari e tablet, segno di come in quella casa non soltanto giungessero cellulari rubati ma se ne creassero di “nuovi” attraverso componentistica di provenienza furtiva.

L’uomo è stato identificato per un ghanese di 34 anni, irregolare sul territorio, il quale è stato deferito all’Autorità Giudiziaria per il reato di ricettazione. Nei suoi confronti sono state inoltre avviate le procedure di espulsione da territorio dello Stato.

Sono in corso ulteriori accertamenti anche per risalire ai legittimi proprietari degli apparecchi e procedere alla loro restituzione.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Palermo, scuole, riscaldamenti e pulizia: dai minisindaci le segnalazioni alla II circoscrizione CLICCA PER IL VIDEO

Fotografare lo stato di salute delle scuole elementari della II circoscrizione di Palermo attraverso lo sguardo attento degli stessi alunni. E, allo stesso tempo, avvicinare i più piccoli alla politica, spiegando come funziona la macchina amministrativa.

BarSicilia

Bar Sicilia, Pagana e le sfide del suo assessorato. “Chiarezza su CTS, parchi, balneari e Arpa. FdI? In atto confronto costruttivo” CLICCA PER IL VIDEO

Elena Pagana, assessore regionale al Territorio e all’Ambiente, è l’ospite della puntata numero 225 di Bar Sicilia. Intervistata da Maurizio Scaglione e Marianna Grillo, Pagana ha parlato della Cts, del futuro dei Parchi siciliani, di Arpa, balneari e, in quanto dirigente di Fratelli d’Italia, ha fatto il punto sullo stato di salute del partito guidato…

La Buona Salute

La Buona Salute 62° puntata: Tecnologia Sanitaria

La 62^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’evoluzione tecnologica in ambito sanitario. Enormi vantaggi e miglioramento della vita per un nutrito numero di pazienti siciliani

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.