Condividi
Col sistema misto, sono 5mila le CIE in più

Carte d’identità, il “cha cha cha” del Comune di Palermo. Un passo indietro per andare avanti

giovedì 8 Giugno 2023

Chi la vuole cotta, chi la vuole cruda. La verità, però, come spesso succede, sta nel mezzo.

Ed è proprio là che il Comune di Palermo ha trovato la sua quadra, almeno per quanto riguarda il rilascio delle carte d’identità. Se si fa un confronto tra i primi cinque mesi del 2022 e lo stesso periodo del 2023, sono quasi 39 mila le pratiche completate, con un incremento diffuso in tutte e 11 le postazioni decentrate.

Merito della decisione di aggiungere ai turni mattutini con prenotazione anche due pomeriggi a settimana per chi è senza prenotazione, ma ha un’urgenza, dimostrata con documentazione (titoli di viaggio, certificati medici o altro). Un passo indietro, per farne due in avanti, visto che lo scorso inverno la giunta aveva eliminato la prenotazione online per affidarsi completamente al turno fisico. Cosa che poteva andar bene in alcune postazioni. Meno, molto meno, in alcune altre.

Tempistiche migliori anche rispetto agli standard delle più grandi città italiane, se è vero – come confermato dallo stesso Falzone – che “in città come Milano, ad esempio, per una carta d’identità ci vogliono tra i due e i tre mesi e, addirittura, se si fa la simulazione adesso è impossibile prenotare perché tutte le postazioni sono sature”.

A Palermo, sfruttando il sistema di prenotazione ministeriale, si può scegliere tra le diverse postazioni conoscendo in anteprima i tempi di attesa. In base alle proprie esigenze, quindi, si può decidere tra lo sportello più vicino o quello più rapido.

Le aperture di due pomeriggi a settimana, però, sono attive solo fino alla fine di giugno, perché si basano su ore di straordinario del personale. Su questo, la stabilizzazione a 30 ore dei precari comunali, è stata utile. Tuttavia, non sarà possibile prorogare i turni pomeridiani. Almeno, non del tutto, visto il ritorno positivo che ha permesso di “recuperare grossomodo il pregresso. Al vaglio dell’amministrazione – dice Falzonec’è la possibilità di aprire gli sportelli un pomeriggio a settimana“.

Il dato che salta all’occhio nella tabella inviata dal Comune è la casella dello zero del 2022 della postazione della VIII circoscrizione, quella di Montepellegrino, che l’anno scorso non era attivo per il rilascio delle carte d’identità. I residenti erano, quindi, costretti a rivolgersi alla postazione di viale Lazio, l’unica in cui – proprio per questo motivo – si è invece registrato un forte decremento.

“I numeri – affermano il sindaco Roberto Lagalla e l’assessore all’Anagrafe Dario Falzoneconfermano lo sforzo che ha messo in campo la nuova amministrazione su questo servizio grazie all’impegno degli uffici dell’Anagrafe e del Decentramento. Tutte le postazioni, infatti, hanno fatto registrare un aumento delle Cie rilasciate e un ruolo importante lo ha giocato la nuova postazione Montepellegrino di via Fileti, aperta a dicembre dello scorso anno. L’attivazione degli sportelli di via Fileti, infatti, ha permesso di alleggerire il peso sulla postazione di viale Lazio, dove confluiva l’utenza dell’ottava circoscrizione”.

L’obiettivo era “cercare di abbattere il più possibile i tempi di attesa assolutamente ingiustificabili per il rilascio di una carta d’identità”, sottolineano. Ritardi che si erano accumulati nel periodo del Covid. “Un traguardo – dicono Lagalla e Falzone – che è stato possibile raggiungere anche grazie al sistema misto di prenotazioni e turno fisico pomeridiano e all’attivazione di turni straordinari, che ha comportato un ulteriore sforzo dell’amministrazione a favore di un miglioramento del servizio a beneficio dei cittadini. E oggi – concludono il sindaco e l’assessore – i tempi di attesa sono senza dubbio accettabili. Si va, infatti, dagli 11 giorni della postazione di largo Pozzillo dal momento della prenotazione online ai 26 giorni per gli sportelli di piazza Marina, contro le attese di oltre 150 giorni dello scorso anno”.

Di seguito i numeri delle pratiche completate nelle diverse postazioni, relativi ai due periodi di riferimento.

SPORTELLO ANAGRAFICO 01/01/2022 06/06/2022 01/01/2023 – 06/06/2023
NOCE MALASPINA 2.096 3.126
BRANCACCIO/PADRE SPOTO 2.833 3.604
MEZZOMONREALE 3.091 2.793
BOCCADIFALCO 2.484 3.131
BORGO NUOVO 3.729 3.835
RESUTTANA 3.263 3.568
PALLAVICINO 2.718 3.819
MONTEPELLEGRINO 0 3.017
PIAZZA MARINA 3.376 3.569
TRICOMI 2.031 2.322
ANAGRAFE 7.589 5.919
TOTALE 33.210 38.703 (+5.493)
Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Europee, la diretta in studio: analisi, ospiti e commenti CLICCA PER IL VIDEO

Dagli studi de ilSicilia.it le prime riflessioni sulle elezioni europee

BarSicilia

Bar Sicilia dal ‘Vittorio Morace’ di Liberty Lines, Cotella: “Ecco il primo ibrido al mondo”

I lettori de ilSicilia.it possono godersi in quest’anteprima le novità dell’imbarcazione chiamata a collegare i mari e i viaggiatori di Sicilia, in particolare tra Trapani e le Egadi

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.