Condividi

Cefalù, la Diocesi accoglie le prime famiglie in fuga dall’Ucraina e lancia una raccolta fondi

lunedì 7 Marzo 2022
Volunteers collect and pack primary goods to be sent to Poland for Ukranian refugees, at the White Eagle Club, a Polish social centre, in Balham, south of London, on March 2, 2022. - More than 660,000 refugees have fled the conflict in Ukraine to seek shelter in neighbouring countries, the UN Refugee Agency said on March 1, 2022. (Photo by JUSTIN TALLIS / AFP)

La Diocesi di Cefalù accoglie le prime famiglie in fuga dall’Ucraina e lancia una raccolta fondi per far fronte ai bisogni delle popolazioni in guerra. Nei prossimi giorni in arrivo tre mamme e i loro cinque figli, con la diocesi che coordina l’accoglienza di altri cittadini ucraini.

“La situazione del conflitto tra Ucraina e Russia – si legge in una nota – peggiora di ora in ora e tutti siamo chiamati a farci prossimi alle comunità in guerra. Per questo motivo la diocesi di Cefalù, a partire dall’8 marzo, accoglierà 3 mamme e i loro 5 figli in una struttura del seminario diocesano”.

L’iniziativa era stata anticipata dal vescovo Giuseppe Marciante, durante la veglia di preghiera che si è tenuta in basilica mercoledì scorso, in occasione della Giornata di preghiera e digiuno indetta da Papa Francesco. In risposta alle tante telefonate giunte in questi giorni in curia di famiglie che hanno mostrato la propria disponibilità ad accogliere mamme e bambini in fuga, la diocesi ha deciso di coordinare una rete di ospitalità.

È possibile inviare la propria disponibilità compilando on line un modulo da far pervenire in Curia alla mail sosucraina@diocesidicefalu.org. Con questo spirito inoltre il servizio ausiliare Caritas diocesana promuove una raccolta fondi per far fronte ai bisogni delle popolazioni che si trovano nei territori in guerra e nei Paesi al confine che da giorni in prima linea lavorano per garantire le prime necessità a quanti scappano dalla guerra.

Sarà possibile partecipare alla raccolta fondi sul sito caritascefalu.ito utilizzando l’iban della Caritas IT86G0200843260000103128488 (causale sos Ucraina).

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Sicilia Jazz Festival, Garsia: “Modello per rinnovare il sistema musicale nazionale” CLICCA PER IL VIDEO

Il Sicilia Jazz festival si amplia sempre più e con grande risonanza nel Mondo… ma che dimensione ha il Jazz in Italia?

BarSicilia

Bar Sicilia, intervista esclusiva al Presidente dell’Ars Galvagno: “Cinque anni per cambiare la Sicilia” CLICCA PER IL VIDEO

Il protagonista della puntata speciale numero 216 di Bar Sicilia è Gaetano Galvagno. Il neo presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana ci ha accolti a Palazzo dei Normanni e, intervistato dal direttore Marianna Grillo e dall’editore Maurizio Scaglione, ha molto parlato di politica, di obiettivi e impegni comuni per il futuro della Sicilia. Galvagno ha risposto anche…

La Buona Salute

La Buona Salute 60° puntata: Re.O.S. – Rete Oncologica Siciliana

La 60^ puntata de La Buona Salute è dedicata al progetto REOS, la rete oncologica siciliana, una realtà ormai concreta e una eccellenza siciliana per le patologie tumorali

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.