Condividi

Nuovo reparto post Covid al “Garibaldi di Catania, Arcidiacono: “Vengono da tutta Italia”

venerdì 15 Ottobre 2021

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

La vera novità del Garibaldi di Catania è il reparto per i pazienti post Covid. Tutti i pazienti usciti dal Covid che accusano ancora malessere dovuto ad esso possono rivolgersi al nuovo reparto e affidarsi alle sapienti cure di un team di medici. Sono 1012 i posti letto del “Reparto di Riabilitazione Covid” dedicati ai pazienti di tutt’Italia: “Grazie all’intuito e alla disponibilità della direzione strategica del direttore Fabrizio De Nicola, del dott. Giammanco e del dott. Annino, abbiamo messo in piedi un reparto che esisteva prima come riabilitazione cardiologica, diventando oggi riabilitazione cardio-respiratoria post Covid“, afferma Giuseppe Arcidiacono, responsabile UO riabilitazione cardio-respiratoria Arnas “Garibaldi” di Catania.

Questo reparto nasce circa un anno fa, quando la pandemia cominciava a dare i suoi effetti nefasti anche per chi riusciva a salvarsi dalla malattia. Immaginavamo che i pazienti usciti dal Covid avessero bisogno di recuperare la loro naturale condizione fisica e psichica – continua Arcidiacono – Lo affermo con orgoglio: questo è il primo e unico reparto in Italia“.

La sintomatologia non passa sempre finito il Covid, si mantiene per molto tempo e a volte può trascorrere anche qualche anno: parliamo infatti di patologia long Covid, che in alcuni casi può diventare anche invalidante: “Questo reparto no accoglie soltanto i nostri regionali ma arrivano pazienti da tutta Italia, che hanno fatto il Covid fuori con ricovero e che adesso vengono qui da noi e li accogliamo tutti con risultati eccellenti“, continua Arcidiacono. “Questa è un’unità operativa con una serie di specificità e di professionalità: si avvale di personale medico, paramedico, oss ed osa che provvedono alla gestione quotidiana del paziente. Poi ci sono molti validi professionisti come nutrizionisti, fisioterapisti (strutturati e volontari) e otto psicologi“.

Ringrazio l’assessore Razza per la lungimiranza e per la sua grande conoscenza della sanità siciliana. Ci ha dato anche la possibilità di un finanziamento con un psn che ci ha consentito di prendere personale a tempo determinato aumentando il personale che è molto ridotto nel reparto che dirigo, creando una forza lavoro davvero significativa“, conclude Giuseppe Arcidiacono.

 

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Catania, truffa sui carburanti: 13 indagati e sequestro beni da 25 milioni CLICCA PER IL VIDEO

I sequestri sono stati eseguiti nelle province di Catania, Palermo, Enna, Catanzaro e Reggio Calabria. L’indagine, condotta dalle unità dei gruppi Tutela finanza pubblica del nucleo Pef della Guardia di finanza di Catania e Operativo regionale antifrode dell’Adm ha riguardato due distinti gruppi.

BarSicilia

Bar Sicilia, intervista esclusiva al Presidente dell’Ars Galvagno: “Cinque anni per cambiare la Sicilia” CLICCA PER IL VIDEO

Il protagonista della puntata speciale numero 216 di Bar Sicilia è Gaetano Galvagno. Il neo presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana ci ha accolti a Palazzo dei Normanni e, intervistato dal direttore Marianna Grillo e dall’editore Maurizio Scaglione, ha molto parlato di politica, di obiettivi e impegni comuni per il futuro della Sicilia. Galvagno ha risposto anche…

La Buona Salute

La Buona Salute 60° puntata: Re.O.S. – Rete Oncologica Siciliana

La 60^ puntata de La Buona Salute è dedicata al progetto REOS, la rete oncologica siciliana, una realtà ormai concreta e una eccellenza siciliana per le patologie tumorali

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.