Condividi
Le indagini

A Catania trovato un deposito di droga e armi ben nascosto tra la vegetazione: una denuncia

lunedì 17 Giugno 2024
polizia scientifica auto

Un deposito di droga e armi ben nascosto tra la vegetazione, ma facilmente accessibile in caso di necessità dai malviventi che ne conoscevano l’esatta ubicazione è stato scoperto a Catania dalla Polizia durante la perquisizione di un vasto terreno vicino ad una piazza di spaccio del quartiere di Nesima.

Sottoterra, nascosti in un bidone in plastica sono stati trovati una pistola semiautomatica completa di cinghia, una mitragliatrice semiautomatica, un’arma artigianale – anch’essa semiautomatica – assemblata con pezzi di altre armi, tre caricatori con circa cinquanta proiettili e altre scatole piene di munizioni per un totale di circa cento proiettili. Nel terreno gli agenti hanno anche trovato alcuni passamontagna, guanti, una maschera integrale e alcune ricetrasmittenti. I poliziotti hanno anche sequestrato due buste con 540 grammi di marijuana e 370 grammi di marijuana ‘skunk’ trovati in un furgone abbandonato grazie al fiuto di un cane antidroga.

In un’area adiacente al terreno gli agenti hanno scoperto una stalla abusiva che ospitava un pony, motivo per cui è stato chiesto l’ intervento dell’Asp veterinaria per una verifica igienico-sanitaria della stalla e per accertare le condizioni di salute dell’animale. Rintracciato il proprietario, i poliziotti l’hanno denunciato per abuso edilizio e l’uomo è stato diffidato a trasferire il pony in un luogo idoneo alla sua custodia. Sarà la Polizia Scientifica, dopo gli opportuni controlli, a stabile se e quando le armi e le munizioni trovate siano state utilizzate per fatti di sangue.

 

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Decreto “svuota-carceri”, Pino Apprendi: “L’urlo dei detenuti, che la pena sia umana” CLICCA PER IL VIDEO

Con Pino Apprendi, garante dei detenuti del Comune di Palermo abbiamo analizzato e valutato in base all’esperienza delle carceri palermitane il Dl 92/2024, approvato dal Consiglio dei Ministri il 3 luglio 2024 in risposta all’emergenza carceraria.

BarSicilia

Bar Sicilia, i beni culturali fonte di reddito per l’Isola. Malfitana: “Sviluppare opportunità di lavoro per i nostri giovani” CLICCA PER IL VIDEO

E’ importante creare una sana sinergia tra il pubblico e il privato per mettere a frutto tutte le potenzialità dei nostri beni culturali

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.