Condividi

Calcio, Palermo: i bilanci, la rosa, la questione di fiducia

venerdì 14 Giugno 2019
Marino
Foto Fb "U.S. Città di Palermo"

La questione di fiducia è un istituto di diritto pubblico con cui solitamente il governo del Paese chiede appunto la fiducia al Parlamento, al fine di essere sostenuto nel proprio programma esecutivo. Traslando il discorso in chiave calcistica, la nuova società del Palermo è alla ricerca di fiducia in un ambiente che esce da anni di delusioni e maltrattamenti mediatici, che chiede quindi sicurezze e certezze per il futuro. Quest’ultime però non sono facili da garantire, visto anche lo status tutt’altro che roseo delle casse rosanero.

Molto probabilmente sarà una stagione di transizione, segnata dall’esigenza di ripianare i conti e snellire la rosa. Il repulisti societario è già in corso e potrebbe coinvolgere anche nomi graditi ai tifosi rosanero, tra cui quello di Vincenzo Sicignano, ex portiere e bandiera del Palermo, e quello di Rino Foschi. Il DS della società in particolare sarebbe stato messo alle strette dalla nuova proprietà, la quale vuole dare un segno di discontinuità rispetto al passato.

Il pensiero sarebbe anche comprensibile, ma si scontra con la presenza ineluttabile nell’organigramma di Daniela De Angeli, ex segreteria di Maurizio Zamparini ed oggi a capo del settore amministrativo della società.

Fiducia, si, quella fiducia che i tifosi dovrebbero avere anche sulla costruzione della rosa per la prossima stagione. Ad oggi Pasquale Marino, nuovo allenatore del Palermo sa solo il giorno e il luogo del prossimo ritiro (San Lorenzo Dorsino – 14/27 Luglio), ma non chi si ritroverà davanti. Dopo la partenza di Mato Jajalo verso Udine e la scadenza del prestito di Haas, il quale torna al momento verso Bergamo, molti altri nomi sono dati in uscita in casa  rosanero. Fra i nomi più papabili in uscita, quelli di Nestorovski e Trajkovski sono i principali indiziati di cessione, ovviamente insieme al terzino Andrea Rispoli, dato ormai partente ad ogni sessione di mercato.

La fiducia è una cosa stupenda, ma va costruita e cementata nel tempo. D’altro canto, non concedere fiducia ad una società accasatasi da solo qualche mese in viale del Fante, appare quantomeno ingiusto. E’ proprio un bel dilemma, che i Tuttolomondo e Lucchesi dovranno al più presto sciogliere, magari con qualche colpo di mercato. Pur essendo stupendo il progetto di ripartire dal cuore palermitano della squadra, è indubbio che con tutte queste partenze in vista servano nomi di categoria per fare una stagione tranquilla nella serie cadetta.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Decreto “svuota-carceri”, Pino Apprendi: “L’urlo dei detenuti, che la pena sia umana” CLICCA PER IL VIDEO

Con Pino Apprendi, garante dei detenuti del Comune di Palermo abbiamo analizzato e valutato in base all’esperienza delle carceri palermitane il Dl 92/2024, approvato dal Consiglio dei Ministri il 3 luglio 2024 in risposta all’emergenza carceraria.

BarSicilia

Bar Sicilia, Lagalla: “La ‘Santuzza’ offre a Palermo la motivazione per dare di più” CLICCA PER IL VIDEO

Il primo cittadino di Palermo ricorda l’importanza del 400° festino e al di là della valenza storica, coglie ancora una volta di più l’occasione e l’opportunità per motivare i palermitani ad essere persone e cittadini migliori.

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.