Condividi

Catania, picchia ripetutamente la moglie: arrestato 53enne

venerdì 28 Maggio 2021

I Carabinieri della Stazione di Trecastagni hanno arrestato un 53enne del posto, ritenuto responsabile di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali.

Nel pomeriggio al 112 NUE era pervenuta una telefonata da parte di un residente nel quartiere dei “Saponari”, che avvertiva l’operatore di una lite in famiglia e delle verosimili percosse che stava subendo una donna all’interno dell’abitazione familiare.

In Carabinieri giunti sul posto, sono entrati all’interno dell’abitazione e hanno trovato la donna, di 48 anni, che si lamentava per il dolore per i colpi subiti alla testa infertili dal marito e quest’ultimo invece che, con un atteggiamento apparentemente impassibile, non solo respingeva le accuse della consorte ma, addirittura, controbatteva asserendo d’esser stato invece lui oggetto di violenza da parte della moglie.

Dopo gli accertamenti i militari hanno acclarato, che era soltanto l’ennesima manifestazione di un mènage familiare che vedeva la donna spesso oggetto delle intemperanze del marito, che le rimproverava “addirittura” di voler uscire da casa anche per una semplice passeggiata.

Marito e moglie sono stati quindi portati in caserma dove quest’ultima è stata anche visitata dal medico di guardia, il quale le ha diagnosticato “ecchimosi alla regione dorsale del polso e del braccio sx  algie alla regione laterale sx del collo con limitazione funzionale dei movimenti di flesso estensione e rotazione del capo” con relativa prognosi di cinque giorni.

La coppia, che ha due figli, da tempo ha avviato l’iter per la separazione ma la donna, nelle more, aveva tentato di guadagnarsi l’agognata autonomia lavorando come badante ma, poi, per l’esiguità dei guadagni che non le consentivano di vivere autonomamente, era rientrata a casa  con il marito pur consapevole che forse avrebbe continuato a subire insulti e botte.

L’uomo pertanto, come disposto dall’Autorità Giudiziaria, è stato inizialmente collocato in stato di arresto presso l’abitazione della figlia, successivamente convalidato con divieto di avvicinamento all’abitazione della vittima.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
BarSicilia

Assessore Messina: “Maggio 2023, siciliani alle urne. Province? Legge entro l’anno e voto nel 2024” CLICCA PER IL VIDEO

L’assessore regionale alle Autonomie Locali e alla Funzione Pubblica, Andrea Messina è l’ospite della puntata 226 di Bar Sicilia. Intervistato da Maurizio Scaglione e Marianna Grillo, Messina ha parlato di diversi argomenti tra cui le prossime amministrative siciliane, dei tempi necessari al ripristino delle ex Province, delle difficoltà in cui versano i Comuni e delle…

La Buona Salute

La Buona Salute 62° puntata: Tecnologia Sanitaria

La 62^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’evoluzione tecnologica in ambito sanitario. Enormi vantaggi e miglioramento della vita per un nutrito numero di pazienti siciliani

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.