Condividi

Coronavirus: “Non occorre mettere in quarantena l’intero hotel”

martedì 25 Febbraio 2020
coronavirus

Le persone che sono state in contatto con la turista bergamasca risultata positiva al coronavirus sono in isolamento nell’albergo di Palermo dove erano ospitati. Si tratta di un hotel in pieno centro, appartenente a una nota catena internazionale con sede in Francia.

Dalla direzione dell’hotel hanno fatto sapere di non “essere autorizzati” a dire nulla. E che arriverà a breve un comunicato ufficiale per la stampa.

Nonostante l’allerta, stamattina chiunque poteva entrare e uscire liberamente dall’albergo, non presidiato dalle forze dell’ordine.

Per 29 persone che fanno parte del gruppo della donna di Bergamo risultata positiva al primo test sul Coronavirus è scattato l’isolamento, in attesa dell’esito del tampone faringeo che è stato fatto a tutti. Sono in isolamento anche venti persone circa, tra cui personale dell’hotel, che sono state più a stretto contatto col gruppo.

La receptionist ha consigliato ad una comitiva arrivata stamattina dall’area del Comasco, in Lombardia, di rivolgersi a un altro albergo per alloggiare in città. Una di loro, che doveva entrare oggi, ha detto che in hotel sono stati gentilissimi e li hanno informati del presunto caso di Coronavirus: “In reception ci hanno dirottato verso un’altra struttura anche se non ci dovrebbero essere problemi qui perchè il resto delle persone presenti in hotel al momento si trovano dentro le loro stanze”.

AGGIORNAMENTO ORE 11:55

A specifica richiesta, l’Istituto superiore di sanità ha chiarito che non serve mettere in quarantena l’intero albergo, ma solo coloro per cui ci fosse certezza che abbiano avuto contatto con la persona contagiata.

L’albergo adesso ha bloccato gli ingressi, ma non può impedire di uscire ad alcuno che non abbia provvedimenti restrittivi da parte di autorità.

ORE 12:23 – LA NOTA DELL’HOTEL

“Tutti i componenti del gruppo si trovano nelle loro camere e il personale è stato istruito su come rispondere alle loro necessità”. Lo ha detto il vicedirettore dell’hotel della catena internazionale.

“La direzione e il personale hanno immediatamente applicato i protocolli ufficiali – ha aggiunto – coinvolgendo le autorità mediche nel rispetto delle indicazioni del ministero della Salute. Siamo in costante contatto con le autorità sanitarie e al momento non c’è conferma definitiva che l’ospite sia affetta da coronavirus. Alla luce dell’ eventuale affezione da Covid-19 tutto il personale dell’hotel è stato prontamente informato e sono state applicate le linee guida del protocollo per la sicurezza dei dipendenti e dei collaboratori della struttura. Il gruppo – ha concluso – a livello globale ha applicato le linee guida ufficiale dell’Oms e tutte le strutture sono state istruite sui protocolli da adottare inviando costanti aggiornamenti comunicati alle autorità mediche e governative”. Il tampone faringeo non è stato fatto ai dipendenti dell’hotel ma solo ai turisti bergamaschi.

ORE 12:23 -AGGIORNAMENTO SITUAZIONE HOTEL

Le entrate dei clienti nell’hotel Mercure di Palermo, dove una ospite è risultata positiva al coronavirus, sono per ora bloccate. Non entrano neanche gli ospiti che avevano prenotato che sono stati informati del caso e vengono dirottati in altre strutture. Due coppie di turisti spagnoli hanno lasciato l’albergo.

“Siamo tranquilli – ha detto uno di loro mentre la moglie fotografa i giornalisti davanti l’hotel – anche nell’albergo è tutto a posto e scorre nella normalità”. 

ORE 17:47 – AGGIORNAMENTO SITUAZIONE HOTEL

“Ti ho cercato tutto il giorno. Te ne devi andare subito”.

Sono queste le parole del direttore della struttura ricettiva, dove alloggiava la turista bergamasca risultata positiva a Coronavirus, con le quali si è rivolto ad un ospite che rientrava in albergo e che, come tutti i turisti che non facevano parte della comitiva della bergamasca, dovrà trovarsi un altro alloggio.

Nel pomeriggio si sono registrati momenti di tensione tra il dirigente e i cronisti che stazionano davanti all’albergo, in attesa di capire la sorte degli altri turisti al momento sottoposti ai controlli sanitari.

LEGGI ANCHE:

https://ilsicilia.it/il-coronavirus-arriva-a-palermo-turista-positiva-ai-test-e-il-primo-caso-nel-sud-italia/

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Decreto “svuota-carceri”, Pino Apprendi: “L’urlo dei detenuti, che la pena sia umana” CLICCA PER IL VIDEO

Con Pino Apprendi, garante dei detenuti del Comune di Palermo abbiamo analizzato e valutato in base all’esperienza delle carceri palermitane il Dl 92/2024, approvato dal Consiglio dei Ministri il 3 luglio 2024 in risposta all’emergenza carceraria.

BarSicilia

Bar Sicilia, Lagalla: “La ‘Santuzza’ offre a Palermo la motivazione per dare di più” CLICCA PER IL VIDEO

Il primo cittadino di Palermo ricorda l’importanza del 400° festino e al di là della valenza storica, coglie ancora una volta di più l’occasione e l’opportunità per motivare i palermitani ad essere persone e cittadini migliori.

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.