Condividi

Dalai Lama cittadino di Messina, il Consiglio comunale stoppa Accorinti

venerdì 4 Agosto 2017

Renato Accorinti prepara l’accoglienza “trionfale” al Dalai Lama per la due giorni in riva allo Stretto, con la tappa del 16 settembre a Taormina e del 17 settembre a Messina, ma l’arrivo di Sua Santità del Tibet riserva una nuova coda polemica che fa seguito a quella della vendita dei biglietti e di quella che è stata già ribattezzata una “purificazione dell’anima a pagamento“. Il primo cittadino vuole, infatti, conferire la cittadinanza onoraria di Messina a Tenzin Gyatso ma sull’argomento il Consiglio comunale frena e la presidente dell’assemblea, Emilia Barrile, invita Accorinti a rispettare le procedure e i ruoli istituzionali. La Barrile ha così recapitato ad Accorinti una nota nella quale gli “ricorda” di non bypassare il Civico consesso e di rispettare i protocolli e i regolamenti, nonchè le competenze del Consiglio comunale. Formalmente non risulta esserci, insomma, una richiesta da parte di Accorinti agli uffici della presidenza.

Il Dalai Lama, stando al programma ormai ufficiale, sarà a Taormina il 16 settembre dalle 9 alle 11.30 al Teatro Antico e sempre al Teatro Antico poi dalle 13.30 alle 15. E a Taormina, in quel sabato mattina, è previsto il conferimento della Onorificenza della Città Metropolitana “in qualità di testimone di pace e solidarietà nel mondo e come riconoscimento del suo impegno a favore del dialogo, della pace e del suo messaggio di fratellanza universale, teso all’affermazione dei valori di libertà, di non violenza dei diritti umani”. Il giorno dopo la tappa a Messina, dalle 9 alle 11.30 al Teatro Vittorio Emanuele e dalle 13.15 alle 14.30, con il conferimento della Cittadinanza onoraria della Città di Messina.

“Le notizie di stampa – scrive la presidente del Consiglio comunale di Messina, Barrile – assumono sempre più, per questa amministrazione, valore assoluto al punto da sostituire la realtà. Pur dovendosi complimentare per il raggiungimento di un obiettivo del suo programma elettorale, ci si duole dover sottolineare l’assurdo di aver pubblicizzato un atto amministrativo che ancora non è neanche in gestazione. Aver inserito nel programma ufficiale della visita del Dalai Lama il conferimento della cittadinanza onoraria stupisce e sconcerta questa presidenza, vista l’assenza di alcuna proposta che, investendo correttamente il Consiglio comunale, potesse aver istruito il corretto iter del conferimento”. “L’ufficialità di un tale atto avrebbe dovuto imporre un percorso congiunto che, dalle motivazioni della benemerenza alla consegna, coinvolgesse correttamente il consiglio comunale. Non aver preso nella giusta considerazione l’essere il rappresentate di tutti i cittadini messinesi, e non solo di un parte, lo ha condotto fin dall’inizio del suo mandato a non valutare appieno il rischio di una corsa solitaria poco rispettosa delle pluralità governate”.

E la Barrile ha chiesto ad Accorinti di quantificare e comunicare anche quelle che saranno le spese per la trasferta messinese del Dalai Lama e gli oneri economici a carico dell’ente locale. “Si chiede se allo stato attuale possano essere assunte legittimamente dall’Ente, considerato che finanziariamente il Comune di Messina è in stato di predissesto, siamo in esercizio provvisorio e ancora ripetute note della Corte dei Conti indicano chiaramente all’Ente che possono essere sostenute soltanto spese indifferibili e urgenti”.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Il prefetto di Agrigento e Arpa: “Collaboriamo per garantire l’ordine delle discariche in Sicilia” CLICCA PER IL VIDEO

Una riunione operativa con lo scopo di chiarire quali sono gli eventuali interventi da suggerire alla Regione per agevolare la rimozione dei pericoli per l’ambiente

BarSicilia

Bar Sicilia a Torre del Faro (ME): “Ecco il Ponte che verrà” CLICCA PER IL VIDEO

Maurizio Scaglione e Giuseppe Bianca con Bar Sicilia sono a Torre del Faro dove, insieme al presidente dell’ordine degli architetti Giuseppe Falzea e un altro tecnico messinese, l’ingegnere Peppe Palamara, illustrano tutto quello che verrà per quanto riguarda la parte tecnica e le premesse logistiche sui luoghi nella vicenda che riguarda il ponte sullo Stretto…

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.