Condividi
La dichiarazione

Extra costi di energia e rifiuti: il Consiglio regionale di Anci Sicilia rinnova la richiesta di incontro a Schifani

giovedì 28 Marzo 2024
Amenta e Alvano

In Sicilia crescono a dismisura i costi di energia e rifiuti e in parallelo anche la raccolta differenziata e il conferimento in discarica della spazzatura indifferenziata.

Queste criticità emergono anche dal dossier presentato da Anci Sicilia, stigmatizzando l’annullamento del decreto (CLICCA QUI), qualche mese durante il Consiglio regionale dell’Associazione che ha deciso all’unanimità di chiedere un incontro urgente al presidente della Regione Renato Schifani.

“Il motivo per cui abbiamo convocato una conferenza stampa sul costo dei rifiuti non è legato a posizioni di parte o ad un’azione di protesta o di critica nei confronti del Governo. Il fatto di trovarci nella sede del Parlamento siciliano è legato, piuttosto, alla volontà di parlare a tutte le forze politiche di maggioranza e opposizione e di volere elevare il livello del dibattito pubblico sul tema dei rifiuti fornendo dati e offrendo proposte”, così aveva dichiarato il presidente dell’Anci Sicilia.

Non solo. L’associazione dei comuni aveva anche presentato un ricorso all’Antitrust nel quale si nota che la tariffa per il conferimento in discarica è passata dai 112 euro per tonnellata del 2014 ai 380 euro per tonnellata del 2023, per verificare se il costo che praticano gli operatori del settore sia congruo oppure viziato da posizioni dominanti sul mercato.

Incontro che però non è ancora avvenuto. Ci dispiace dover prendere atto che tutti i nostri appelli siano finora caduti nel vuoto. Abbiamo chiesto un incontro al presidente della Regione, Renato Schifani, richiamando lo spirito di collaborazione istituzionale al fine di individuare una soluzione per arginare gli extra costi su energia e rifiuti che ingessano i bilanci comunali , ma a tutt’oggi non abbiamo ottenuto alcuna risposta”.

Questo è quanto emerso dopo il Consiglio regionale riunitosi nella giornata di ieri.

Gli assessori Falcone e Di Mauro ci avevano assicurato che , dopo aver recepito il grido d’aiuto dei sindaci siciliani e dell’Anci , avrebbero rifinanziato gli aiuti ai comuni per compensare gli aumenti dei costi a seguito del trasferimento all’estero dei rifiuti”.

Avrebbero, inoltre, confermato la dotazione di 60 milioni non solo per mettere in sicurezza i bilanci delle amministrazioni locali ma allo stesso tempo scongiurare eventuali aumenti dei tributi a carico dei cittadini. “Ma queste promesse non hanno avuto seguito. Ci dispiace doverlo sottolineare a mezzo stampa, ma siamo a un passo dal default e dall’aumento generalizzato delle tasse e rimaniamo disorientati dal silenzio del Governo regionale“.

In assenza di una pronta risposta  – ha concluso il presidente dell’Associazione dei comuni siciliani, Paolo Amentametteremo in campo iniziative di protesta non escludendo una mobilitazione permanente per evitare che le criticità da noi evidenziate si risolvano, come al solito, mettendo le mani nelle tasche dei cittadini“.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Francesco Zavatteri: “Giovani fuorviati dal crack, crea una barriera insormontabile” CLICCA PER IL VIDEO

L’intervista de ilSicilia.it a Franco Zavatteri, padre di Giulio, giovane artista palermitano, ucciso da un’overdose di crack all’età di 19 anni il 15 settembre 2022. Il ricordo del figlio, l’impegno quotidiano per sensibilizzare sul tema delle droghe nelle scuole, l’importanza di strutture sul territorio come la “Casa di Giulio” e il centro di pronta accoglienza…

BarSicilia

Bar Sicilia, Razza pronto a correre per un seggio a Strasburgo: “L’Europa entra sempre più nella vita dei siciliani” CLICCA PER IL VIDEO

Prima di affrontare la campagna elettorale che separa i siciliani dal voto del prossimo 8 e 9 giugno, Razza fissa la sua marcia d’avvicinamento all’obiettivo delineando concetti e misurando il feedback con i propri elettori

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.