Condividi

Ficarra e Picone si preparano al debutto de Le Rane di Aristofane al Teatro greco di Siracusa [Foto]

domenica 11 Giugno 2017

Si scaldano i motori per la prima de Le Rane di Aristofane al Teatro greco di Siracusa. I protagonisti super corteggiati di questi giorni sono loro, Valentino Picone (Xantia) e Salvo Ficarra (Dioniso), rispettivamente servo e padrone che nell’Ade si troveranno a decidere chi tra Eschilo ed Euripide meriti la vittoria come miglior poeta.

Sullo sfondo Atene, una città in crisi, dove il teatro è agli sgoccioli e la politica minata dagli interessi personali e dove tutto si mescolerà il tragico col comico, la verità col paradosso.  Le prove questa mattina, all’ex Aula Bunker sede dei più importanti processi alla mafia siracusana degli anni 90, hanno avuto una pausa per presentare tutta la compagnia che Giorgio Barberio Corsetti dirige per la Fondazione INDA verso la prima del 29 giugno prossimo.

Salvo Ficarra e Valentino Picone saranno le due maschere popolari – commenta il regista in conferenza stampa – la divinità dell’uno, Dioniso (Ficarra), si frantuma nella sua pavidità, nei suoi bisogni corporali, nei suoi fluidi senza perdere la sua lucidità e visione, la continua punzecchiatura al pubblico. Mentre Xantia /Picone è il re dei servitori, il prototipo, l’incarnazione del servo affaticato, affamato, vittima del padrone ma pronto a vendicarsi prima possibile”. 

Non ci inventeremo cose che fanno parte del nostro repertorio – rassicura in conferenza Valentino Piconepiuttosto saremo fedeli ai nostri personaggi aristofaneschi, un po’ alla maniera nostra sicuramente ma con molta prudenza”. Il rischio, in effetti, è quello di non riuscire a dismettere i panni di Ficarra e Picone a cui tutto il pubblico è affezionato ma si ha l’idea precisa, a sentirli entrambi, che l’antica commedia, giorno dopo giorno, diventi una scommessa che i due attori palermitani hanno accettato e che stanno vivendo fino in fondo, con grande energia e passione.

Quello che vedremo sarà uno spettacolo pieno di sorprese – assicura Barberio Corsettiche non rinuncia a rimescolare linguaggi diversi come il teatro delle marionette con il prezioso contributo di Marzia Gambardella (direzione e movimento delle Marionette), il teatro di figura, i video ed i richiami alla Nouvelle Vague. Un tocco in più arriverà anche dal contributo del sestetto di musica a cappella SeiOttavi,  che con lo stesso regista ha già lavorato nella stagione passata del Teatro Massimo di Palermo. Avendo già apprezzato molto la loro grande versatilità, dall’opera al jazz, dalla musica sacra al rock non potevo che sceglierli per questo appuntamento di grande impegno che sarà Siracusa” – ha concluso Barberio Corsetti.

 

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Il prefetto di Agrigento e Arpa: “Collaboriamo per garantire l’ordine delle discariche in Sicilia” CLICCA PER IL VIDEO

Una riunione operativa con lo scopo di chiarire quali sono gli eventuali interventi da suggerire alla Regione per agevolare la rimozione dei pericoli per l’ambiente

BarSicilia

Bar Sicilia, Dipasquale (Pd): “Fronte compatto contro il governo Schifani” CLICCA PER IL VIDEO

Due volte sindaco di Ragusa e deputato regionale del Pd, all’Ars dal 2012, Nello Dipasquale, è ospite questa settimana a Bar Sicilia.

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.