Condividi
Le riprese

I “furbetti” delle discariche abusive a Marsala (TP): bambini e travestimenti per evitare le multe CLICCA PER IL VIDEO

venerdì 31 Maggio 2024

Sono incappucciati o mandano i bambini per sfuggire all’identificazione, per mezzo delle telecamere, di chi getta sacchetti di rifiuti lungo le strade, sui marciapiedi e in altri luoghi pubblici.

E’ quanto emerge dai sistemi di videosorveglianza installati, in questi ultimi anni, dal Comune di Marsala per scoprire e sanzionare quanti contribuiscono alla creazione di varie discariche abusive in centro e nelle periferie.

 

Un’azione di repressione che vede la polizia municipale continuare a sequestrare discariche, fare multe e a sottoporre a fermo amministrativo i mezzi utilizzati per scaricare i rifiuti.

“Più difficile – spiega una nota del Comune – l’individuazione delle persone che – a piedi, in bicicletta e taluni a viso coperto – abbandonano la spazzatura per strada. In più, si assiste ad un fatto davvero increscioso ripreso dal sistema di videosorveglianza: ‘usare’ i bambini per depositare i sacchetti di rifiuti, trasformando piazze e strade in vere e proprie discariche”.

 

 

Massimo Grillo, candidato sindaco di Marsala
Massimo Grillo

“Individueremo le famiglie che obbligano i minori a questi cattivi comportamenti dichiara il sindaco Massimo Grillo – che, non spontanei nei bambini e frutto di una cattiva educazione, hanno il solo scopo di assicurare l’impunità agli adulti”.

Verranno, inoltre, effettuati controlli per verificare se i residenti nei quartieri dove maggiore è il fenomeno dell’abbandono dell’immondizia siano in possesso dei mastelli e se sono in regola con il pagamento della tassa dei rifiuti.

Infine, il Comune ha annunciato “una serie di programmi di prevenzione basati sull’educazione civica, mirati a sensibilizzare studenti e famiglie sull’importanza del rispetto dell’ambiente. Come ad esempio il progetto ‘M’a firu’, realizzato in partnership con Itet Garibaldi, FabLab Western Sicily e il Cif di Livorno, volto a mettere in rete iniziative che sostengano i giovani a trovare/ritrovare la propria strada nello studio, nel lavoro, nell’essere cittadini attivi”.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Europee, la diretta in studio: analisi, ospiti e commenti CLICCA PER IL VIDEO

Dagli studi de ilSicilia.it le prime riflessioni sulle elezioni europee

BarSicilia

Bar Sicilia dal ‘Vittorio Morace’ di Liberty Lines, Cotella: “Ecco il primo ibrido al mondo”

I lettori de ilSicilia.it possono godersi in quest’anteprima le novità dell’imbarcazione chiamata a collegare i mari e i viaggiatori di Sicilia, in particolare tra Trapani e le Egadi

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.