Condividi

Sicilia: Musumeci annuncia il nuovo piano di smaltimento da 147 milioni di euro

sabato 11 Gennaio 2020
rifiuti discarica
Compactor in landfill

Il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, stamani a Catania, ha incontrato la stampa e si è soffermato sugli iter burocratici per la realizzazione di nuovi impianti pubblici per lo smaltimento dei rifiuti e sulla necessità di creare nuovi impianti pubblici.

Il tempo è un nemico, tanto quanto la mafia – così si è espresso il governatore – Stiamo agendo con procedure ordinarie e non ci vorranno sei anni come già avvenuto, pensiamo di realizzarli in tre anni. Ma le procedure sono estenuanti nelle attese“.

Il Presidente, inoltre, ha comunicato quali siano gli obiettivi da raggiungere: “arrivare al 60% al pubblico e al 40% ai privati, che adesso trattano il 70% – ed ha ricordato che – con gli interventi attuati, la differenziata è passata dal 16% a oltre il 40%, nonostante a Catania e Palermo sia intorno al 16-17%, non abbiamo mandato rifiuti all’estero e ridotto quelli che arrivano ai privati“.

Tra i lavori annunciati, finanziati con 147 milioni di euro, secondo quanto detto stamani,  il completamento e l’attivazione de gli impianti pubblici previsti dal precedente governo e nuovi impianti a Castellana Sicula, Vittoria, Castel Termini, Trapani Nord e Sud, Ravanusa, Sciacca, Castelvetrano e Calatafimi Segesta, l’ampliamento della settima vasca di Bellolampo con una capienza di 700 mila metri cubi e l’attivazione dell’impianto di Melilli, appena si supererà il problema legato alla compatibilità con il Piano paesaggistico.

Nello Musumeci ha aggiunto che nel sistema dei rifiuti in Sicilia che “si deve impedire il monopolio, l’oligopolio – sottolineando di – avere rispetto per l’imprenditoria privata, quando resiste alle pressioni esterne ed è impermeabile“.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Decreto “svuota-carceri”, Pino Apprendi: “L’urlo dei detenuti, che la pena sia umana” CLICCA PER IL VIDEO

Con Pino Apprendi, garante dei detenuti del Comune di Palermo abbiamo analizzato e valutato in base all’esperienza delle carceri palermitane il Dl 92/2024, approvato dal Consiglio dei Ministri il 3 luglio 2024 in risposta all’emergenza carceraria.

BarSicilia

Bar Sicilia, Lagalla: “La ‘Santuzza’ offre a Palermo la motivazione per dare di più” CLICCA PER IL VIDEO

Il primo cittadino di Palermo ricorda l’importanza del 400° festino e al di là della valenza storica, coglie ancora una volta di più l’occasione e l’opportunità per motivare i palermitani ad essere persone e cittadini migliori.

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.