Condividi
Il colloquio

Il derby elettorale tra FdI e Forza Italia, Assenza: “La coalizione uscirà rafforzata”

giovedì 30 Maggio 2024

La campagna elettorale di Fratelli d’Italia entra nel vivo anche in Sicilia, soprattutto dopo l’ultima tappa a Palermo della premier Giorgia Meloni–  anche lei candidata alle Europee- per la firma dell’accordo sul Fondo di Sviluppo e coesione con il presidente della Regione Renato Schifani.

Un’occasione in cui “Meloni ha dimostrato ancora una volta di essere sempre di più leader” ha voluto dichiarare  Giorgio Assenza, capogruppo di Fratelli d’Italia all’Ars. “A quel momento istituzionale si aggiunge un momento di grande sintonia con tutti e soprattutto con i sindaci siciliani. E’ un grande presidente del Consiglio mettendo in evidenza una carica istituzionale fuori dal comune e nel contempo non dimentica di essere se stessa. La spontaneità è la sua forza”.

Scrivere prima degli altri “Giorgia” (Meloni) per rafforzare l’azione di governo e dare una svolta anche in Europa grazie al consenso popolare è l’appello del deputato di Sala d’Ercole, ma l’obiettivo in Sicilia, non tanto nascosto, è quello di eleggere nella circoscrizione Sicilia-Sardegna tre deputati al Parlamento europeo.

“Al di là delle defezione dell’onorevole Intravaia, il partito, e quindi sia la deputazione nazionale che quella regionale, è in campo per sostenere la lista, privilegiando innanzitutto il voto a Giorgia Meloni che rappresenta un dato importante. Un test per testimoniare e rinnovare la fiducia dei cittadini. Speriamo che scatti un terzo seggio considerata la portata dei candidati, ma dipenderà anche dalla forza e dai risultati delle altre liste”.

La contesa elettorale maggiore dei meloniani è con gli azzurri.

“FdI si conferma leader nella coalizione di centrodestra se si considera i dato per cui “Siamo il gruppo parlamentare consistente all’interno dell’Assemblea, siamo stati premiati alle urne come partito più votato alle regionali e questo è un dato da non sottovalutare. Dalle Europee ci aspettiamo un risultato altrettanto importante che confermi il dato precedente. In Sicilia, in effetti, Forza Italia in questo momento alle regionali non è un partito, bensì la somma di quattro partiti. Un eventuale exploit di Fi è da considerare alla luce di questo fatto che è la sommatoria di diversi movimenti. Tuttavia, credo che il centrodestra ne uscirà rafforzato dopo questa competizione elettorale”.

A conclusione delle elezioni di Bruxelles dell’8 e del 9 giugno, Sala d’Ercole dovrà uscire dall’immobilismo e affrontare i dossier ancora aperti e le grandi riforme che la Sicilia attende da tempo. E i programmi sono tanti. “Una volta accertati i dati dell’ottima performance degli introiti fiscali in aula dovrà arrivare quanto prima una variazione di bilancio che metta più risorse per arginare la crisi causata dalla siccità, per aiutare concretamente il mondo agricolo e in particolare quello dell’allevamento. Occorre dare un ristoro ai comuni per i costi del trasferimento dei rifiuti fuori dalla regione. E’ altresì necessario partire dall’Urbanistica rispetto alla quale non si può ritardare, penso anche alla riforma forestale, a quelle degli enti locali e dei Consorzi di bonifica. C’è tanta carne al fuoco. Per quanto riguarda l’Ast, la società dovrà recuperare un’altra piccola somma che è stata sfornata nella prima variazione di bilancio. Il percorso è già delineato e non credo ci siano problemi“.

 

 

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Europee, la diretta in studio: analisi, ospiti e commenti CLICCA PER IL VIDEO

Dagli studi de ilSicilia.it le prime riflessioni sulle elezioni europee

BarSicilia

Bar Sicilia dal ‘Vittorio Morace’ di Liberty Lines, Cotella: “Ecco il primo ibrido al mondo”

I lettori de ilSicilia.it possono godersi in quest’anteprima le novità dell’imbarcazione chiamata a collegare i mari e i viaggiatori di Sicilia, in particolare tra Trapani e le Egadi

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.