Condividi

Infrastrutture? Messina meriterebbe un sindaco come Bianco

sabato 3 Giugno 2017
Gianfranco Salmeri
Gianfranco Salmeri

Una settimana fa a Messina, durante la conferenza dei sindaci delle città metropolitane del Sud, abbiamo assistito alla eclatante provocazione della stretta di mano dei consiglieri comunali al Sindaco Bianco, come manifestazione di dissenso nei riguardi del Sindaco Accorinti per il suo comportamento al G7.

Anche noi, ad essere sinceri, avremmo stretto volentieri la mano del Sindaco Bianco, ma non per complimentarci con lui per aver ospitato le first ladies del G7, vicenda di rilievo assolutamente secondario, bensì per un’altra storia che ci piacerebbe raccontarvi.

Stiamo parlando di DEF ed infrastrutture; il contesto è noto, ma repetita iuvant: il Governo Gentiloni l’undici aprile presenta l’allegato “infrastrutture” del Documento Economico Finanziario, in pratica il borderò nel quale sono programmate le opere infrastrutturali strategiche da finanziare nei prossimi anni.

In questo documento, a fronte di ingenti investimenti al Centro-Nord, al Sud vengono destinate le briciole, col sacrificio dei progetti essenziali per la moderna connessione della Sicilia con il Continente europeo. Ed in particolare alcuni dei progetti di maggior interesse per la città metropolitana di Messina, vengono cancellati con un tratto di penna: la tratta ferroviaria ad alta velocità/alta capacità Salerno-Reggio C. ed il progetto di attraversamento stabile dello Stretto.

La reazione di amministratori e politici messinesi? Silenzio assoluto, con l’eccezione dell’interrogazione parlamentare di Garofalo.

Nello stesso DEF viene anche messo in discussione il finanziamento di 235 milioni per l’allungamento della pista dell’aeroporto di Catania, utile per consentirvi l’atterraggio dei voli intercontinentali; la reazione? apriti cielo!

Il sindaco Bianco si muove in un battibaleno, insieme al management della Società concessionaria dell’aeroporto, per far cambiare idea al Governo, e facendo le giuste pressioni sull’esecutivo e sul Ministro Delrio, ci riesce.

Adesso, è ufficiale, l‘aeroporto di Catania avrà la sua pista per i voli intercontinentali e di conseguenza maggiori opportunità di sviluppo; e di ciò se ne avvantaggerà senz’altro tutta la Sicilia orientale. Questo grazie all’azione politica intelligente del suo Sindaco.

Qual è la morale di questa storia? La vicenda catanese è paradigmatica di come un amministratore, od un rappresentante politico in senso lato, dovrebbe agire nell’interesse della propria città.

Ma, ci dispiace dirlo, di storie simili a questa, a Messina, non riusciamo proprio a raccontarne.

E di questo ci dovremo rammentare alle prossime elezioni.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Il prefetto di Agrigento e Arpa: “Collaboriamo per garantire l’ordine delle discariche in Sicilia” CLICCA PER IL VIDEO

Una riunione operativa con lo scopo di chiarire quali sono gli eventuali interventi da suggerire alla Regione per agevolare la rimozione dei pericoli per l’ambiente

BarSicilia

Bar Sicilia a Torre del Faro (ME): “Ecco il Ponte che verrà” CLICCA PER IL VIDEO

Maurizio Scaglione e Giuseppe Bianca con Bar Sicilia sono a Torre del Faro dove, insieme al presidente dell’ordine degli architetti Giuseppe Falzea e un altro tecnico messinese, l’ingegnere Peppe Palamara, illustrano tutto quello che verrà per quanto riguarda la parte tecnica e le premesse logistiche sui luoghi nella vicenda che riguarda il ponte sullo Stretto…

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.