Condividi
La decisione

Intravaia dice addio a FdI: “Resto nella maggioranza che sostiene Schifani”

venerdì 17 Maggio 2024

Marco Intravaia, ex deputato di Fdi all’Assemblea regionale siciliana, annuncia di aver lasciato il partito dopo un periodo di autosospensione: “La decisione di uscire da Fratelli d’Italia non arriva come un fulmine a ciel sereno, ma è una scelta sofferta, giunta al termine di un crescendo di ostacoli e difficoltà, causati dal gruppo dirigente provinciale, nel maldestro tentativo di arrestare il mio impegno politico quotidiano. Lascio il partito dopo il periodo di autosospensione al quale ero giunto nella speranza che FDI si rendesse conto degli errori che aveva e ha continuato a commettere. Ho dovuto prendere atto che così non è stato e allora la mia uscita si è resa irrevocabile. Le fratture sono diventate sempre più ampie nel corso del tempo, per l’inconciliabilità fra il mio modo di concepire la politica, al servizio dei cittadini e del territorio, e chi invece è abituato a scelte miopi ed autoreferenziali, interessato a preservare le proprie posizioni di potere anziché dedicarsi ai cittadini e alle esigenze delle comunità”.

“Da sempre per me la politica è ascolto della gente e degli amministratori locali – prosegue Intravaia – che vivono una dimensione di frontiera. In quasi 20 anni di attività non sono mai stato nominato, ho sempre costruito il mio consenso in mezzo alla gente. Ho la convinzione di dovere rispondere prima ai cittadini che mi gratificano con la loro fiducia e poi al partito, sempre lavorando a scelte che mai siano in contraddizione e lesive delle comunità che mi sostengono: non ho mai accettato e mai accetterò imposizioni, qualunque sia il prezzo da pagare”.

“La vicenda legata alle elezioni amministrative di Monreale –  sottolinea–  è la goccia che ha fatto traboccare il vaso. La presentazione di una candidatura a sindaco di FDI alternativa ad Arcidiacono, nei fatti mi mette alla porta, fuori dal partito. Questo è l’ennesimo atto che disattende il mio appello a mettere al primo posto il sentire dei territori piuttosto che i “meriti” acquisiti per militanza. Ribadisco che il mio interesse, invece, è lo stesso di ieri: continuare il mio impegno al servizio della gente, degli amministratori e dei comprensori che hanno espresso fiducia nei miei confronti. Voglio chiarire, con fermezza e senza alcuna ambiguità, che resto in seno alla maggioranza politica dell’Assemblea Regionale Siciliana, a sostegno del Presidente della Regione Renato Schifani e dell’azione del Governo regionale.

“Esprimo apprezzamento e stima – conclude Marco Intravaia – nei confronti del presidente del Consiglio Giorgia Meloni, per il lavoro che svolge ogni giorno al servizio dell’Italia e mi dispiace che mi abbiano costretto a lasciare un progetto al quale avevo aderito con convinzione. Un abbraccio affettuoso al ministro Nello Musumeci cui mi lega un profondo rapporto umano.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

“Sicilia ad Assisi”, l’evento che unisce la Regione e la Chiesa per offrire l’olio sulla tomba di San Francesco CLICCA PER IL VIDEO

La Sicilia è stata scelta per offrire l’olio che alimenta la lampada votiva che arde giorno e notte ad Assisi, sulla tomba di San Francesco, patrono d’Italia. Si è svolta proprio questa mattina a Palazzo d’Orléans, a Palermo, l’incontro con il presidente della Regione Siciliana Renato Schifani e il sindaco di Palermo Roberto Lagalla.

BarSicilia

Bar Sicilia, Giovanni Arena Cavaliere del lavoro: una storia siciliana

Una storia siciliana. Di quelle importanti. Per la semplicità con cui partono e il traguardo che raggiungono, ma soprattutto per il modo in cui avvengono.

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.