Condividi

Lavoratori Asu, il Cdm impugna la norma: stop alla stabilizzazione

venerdì 18 Giugno 2021
lavoratori asu

Arriva la scure di Roma sulla norma inserita nella legge finanziaria regionale che prevede la stabilizzazione dei lavoratori Asu, con l’impugnativa che ilSicilia.it aveva anticipato nei giorni scorsi.

Il Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro per gli affari regionali e le autonomie Mariastella Gelmini, ha esaminato dodici leggi delle Regioni e delle Province autonome e ha deliberato di impugnare, per quanto riguarda la legge della Regione siciliana n. 9 del 15/04/2021, recante “Disposizioni programmatiche e correttive per l’anno 2021.

Si tratta della Legge di stabilità regionale, “in quanto talune disposizioni, “eccedendo dalle competenze statutarie della Regione siciliana, violano gli articoli 3, 81, terzo comma, 97, 117, secondo comma, lettera e), l), m), e terzo comma, e 118 della Costituzione”.

 

Il commento di Più Europa

Apprendiamo che, ancora una volta, la Regione siciliana non è riuscita ad aver approvata tutta la finanziaria. Difatti, il CDM ha stralciato numerosi articoli relativi sia alla stabilizzazione dei tanti precari ma anche all‘art. 57 sulla cannabis terapeutica.
Tutto ciò dimostra, ancora una volta, quanto debole sia il Presidente Musumeci nelle interlocuzione col Governo nazionale”, hanno dichiarato i componenti della Direzione nazionale di Più Europa, Fabrizio Ferrandelli e Maria Saeli.

Abbiamo dovuto attendere il verdetto finale del Consiglio dei Ministri, per certificare qualcosa che poteva essere chiarito per tempo, se vi fosse stata una condivisione del percorso .Come più Europa ci siamo battuti affinché la Regione siciliana potesse essere  produttrice di cannabis ad uso terapico per i tanti malati che sono affetti da patologie per le quali il suo uso ha effetti positivi.
Restiamo convinti che – conclude Più Europa-  un percorso di questo tipo debba e possa essere intrapreso e per tale ragione continueremo a batterci affinché a tutti sia garantito il diritto alle cure necessarie”.

 

 

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Catania, truffa sui carburanti: 13 indagati e sequestro beni da 25 milioni CLICCA PER IL VIDEO

I sequestri sono stati eseguiti nelle province di Catania, Palermo, Enna, Catanzaro e Reggio Calabria. L’indagine, condotta dalle unità dei gruppi Tutela finanza pubblica del nucleo Pef della Guardia di finanza di Catania e Operativo regionale antifrode dell’Adm ha riguardato due distinti gruppi.

BarSicilia

Bar Sicilia, intervista esclusiva al Presidente dell’Ars Galvagno: “Cinque anni per cambiare la Sicilia” CLICCA PER IL VIDEO

Il protagonista della puntata speciale numero 216 di Bar Sicilia è Gaetano Galvagno. Il neo presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana ci ha accolti a Palazzo dei Normanni e, intervistato dal direttore Marianna Grillo e dall’editore Maurizio Scaglione, ha molto parlato di politica, di obiettivi e impegni comuni per il futuro della Sicilia. Galvagno ha risposto anche…

La Buona Salute

La Buona Salute 60° puntata: Re.O.S. – Rete Oncologica Siciliana

La 60^ puntata de La Buona Salute è dedicata al progetto REOS, la rete oncologica siciliana, una realtà ormai concreta e una eccellenza siciliana per le patologie tumorali

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.