Condividi

Le prime sentenze dell’Operazione Matassa: voto di scambio e associazione mafiosa

giovedì 29 Dicembre 2016

david-paoloQuattro condanne e un’assoluzione, queste le prime sentenze a seguito dell’operazione “Matassa”, relativa a mafia e politica, emesse nei confronti di chi, tra i trentacinque arrestati, ha scelto il rito abbreviato. Carmelo Catalano, Pietro Costa e Fortunato Magazzù sono stati condannati a sei mesi – una settimana fa la Procura aveva chiesto la condanna a 8 anni per Costa, 6 anni e 8 mesi per Magazzù e 4 anni per Catalano – e il poliziotto in pensione Stefano Genovese è stato assolto, come anche il carabiniere Michelangelo La Malfa, assolto per non aver commesso il fatto, ma che viene condannato a 8 mesi per l’altro capo di imputazione: voto di scambio. Per loro la Procura aveva chiesto due anni. “Prendiamo atto della sentenza assolutoria per il nostro assistito avuto riguardo all’ipotesi di corruzione elettorale amministrativa – commentano gli avvocati Cacia e Billè, difensori di La Malfa – nell’attesa di leggere le motivazioni non possiamo che rilevare come lo stesso GUP abbia verosimilmente circoscritto le condotte ridimensionando l’originaria contestazione alla luce dell’associazione totale per lo stesso coimputato Genovese“.
Era lo scorso 12 maggio quando la Polizia ha arrestato trentacinque persone nel corso dell’operazione “Matassa”. In carcere sono finite ventisei persone, ai domiciliari nove e sono quattro le società sequestrate: i reati contestati vanno dall’associazione di tipo mafioso finalizzata alla commissione di delitti contro la persona ed il patrimonio – estorsioni e spaccio di sostanze stupefacenti – acquisizione della gestione o del controllo di attività economiche, di appalti e di servizi. In carcere è finito anche il consigliere comunale di Forza Italia (ex Pd) Paolo David (in foto) accusato di voto di scambio. Gli investigatori hanno appreso che insieme ad altre persone avrebbe ostacolato il libero esercizio del diritto di voto durante le consultazioni elettorali regionali, politiche e comunali d’accordo con esponenti di alcune famiglie mafiose tra l’ottobre 2012 e il giugno 2013. David si è dimesso lo scorso 20 dicembre: l’accusa di associazione finalizzata alla corruzione elettorale ha chiuso la carriera politica del fedelissimo di Francantonio Genovese, anche lui arrestato mesi fa per truffa in quanto coinvolto in un’indagine sugli enti di formazione finanziati dalla Regione siciliana. Per David il processo inizierà l’8 gennaio.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Palermo, parla il Prefetto Cucinotta: “Tuteleremo fondi Pnrr da infiltrazioni mafiose. E’ un problema nostro” CLICCA PER IL VIDEO

Il Prefetto di Palermo Maria Teresa Cucinotta intervistata a margine dell’iniziativa “Giornata della Trasparenza”, organizzata dall’Autorità di Sistema portuale del Mare di Sicilia occidentale, ha fatto il punto sugli strumenti a disposizione della Giustizia per evitare il rischio di infiltrazioni mafiose sui fondi Pnrr e sulle grandi opere pubbliche

BarSicilia

A Bar Sicilia l’assessore regionale Scarpinato: “Ecco il nostro Turismo 4.0” CLICCA PER IL VIDEO

E’ Francesco Scarpinato, l’ospite della puntata numero 217 di Bar Sicilia. L’assessore regionale al Turismo, Sport e Spettacolo ha parlato del futuro della Sicilia e dei progetti legati al settore che è considerato il volano dell’economia dell’Isola. A intervistarlo, come sempre, il direttore Marianna Grillo e l’editore Maurizio Scaglione. Scarpinato raccoglie un’eredità importante lasciata dall’ex…

La Buona Salute

La Buona Salute 60° puntata: Re.O.S. – Rete Oncologica Siciliana

La 60^ puntata de La Buona Salute è dedicata al progetto REOS, la rete oncologica siciliana, una realtà ormai concreta e una eccellenza siciliana per le patologie tumorali

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.