Condividi

“Mare fest” entra nel vivo con tutti i laboratori e sabato il gran finale | VIDEO INTERVISTE

giovedì 26 Settembre 2019

Guarda le interviste in alto

Prosegue fino al 28 settembre, “Mare Fest. Vietato non toccare” la Festa del Mare per bambini vedenti, ipovedenti e non vedenti, intitolata alla memoria di Sebastiano Tusa e organizzata nell’ambito della quinta edizione del “Villaggio Letterario”.

Le attività e i laboratori sono in corso fra l’Arsenale della Marina Regia, sede della Soprintendenza del Mare, fondata da Sebastiano Tusa, l’Istituto dei Ciechi Florio e Salamone e il Museo Regionale d’Arte Moderna e Contemporanea Riso.

Alessandra De Caro

Fra i laboratori c’è quello di braille e alla riscoperta dei cinque sensi a cura del tiflologo Nando Sutera della Biblioteca Italiana ciechi “Regina Margherita” Onlus, in collaborazione con Giovanna Virga dell’Istituto Ciechi Florio e Salamone e con la tiflologa Maria Concetta Cusimano della Federazione Nazionale delle Istituzioni pro Ciechi Onlus: un modo per avvicinare tutti i bambini al metodo universale di scrittura, di lettura e alla scoperta dei 5 sensi. E ancora, il laboratorio artistico sensoriale per la costruzione di un libro tattile ecologico, cioè senza plastica e con anche materiali di riciclo e di riuso, curato dall’artista Monica Saladino, in collaborazione con l’artista Maria Badalamenti, il tiflologo Nando Sutera, la tiflologa Maria Concetta Cusimano, l’architetto Alessandra De Caro e l’architetto Anna Russolillo.

E poi c’è il laboratorio sul Mare curato dal noto biologo marino autore di libri ludico scientifici sul mare per bambini Franco Andaloro e in collaborazione con gli ecologi marini Antonio Scannavino e Oriella Notaro. Fra gli eventi di questa prima edizione l’incontro con il pescatore Ninì D’Angelo e con l’antropologo Andrea Govinda Tusa, e un laboratorio di lettura e scrittura creativa a cura dell’attore Gianni Nanfa e della scrittrice Lucia Vincenti.

Il diving “La perla nera”, protagonista del laboratorio sulle attività subacquee, curato dall’istruttore diving “La Perla Nera” Roberto Fedele con il subacqueo Giuseppe Ferrante e il laboratorio di archeologia subacquea a cura di Antonella Testa e Giorgia Tinnirello, con Anna Russolillo e con Alessandra De Caro della Soprintendenza del Mare. E ancora, il laboratorio diretto dal professor Franco Foresta Martin redattore scientifico per 35 anni del Corriere della Sera che, in collaborazione con Anna Russolillo e Licia Corsale, per scoprire e toccare, grazie ad un plastico in legno immerso in una vasca, i vulcani sommersi realizzati dall’artigiano usticese Pasquale Palermo e farà leggere in nero braille i nomi di tutti i vulcani dalla Sicilia alla Campania.

Sabato 28 settembre, alle 11, il gran finale di questa prima edizione di “Mare fest” al Museo Regionale d’Arte Moderna e Contemporanea, con l’inaugurazione della mostra “Sebastiano Tusa. Le Radici profonde nel Mare”, che prevede l esposizione dei libri tattili ecologici e delle opere degli artisti del Museo Riso. La mostra resterà aperta al pubblico fino al 10 ottobre 2019 per poi trasferirsi all’Arsenale della Marina Regia e nel 2020 viaggerà a Napoli per la seconda edizione di Mare Fest.

LEGGI ANCHE:

Al via il progetto “Mare Fest. Vietato non toccare” con attività e laboratori sulla multisensorialità | Video interviste

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Il prefetto di Agrigento e Arpa: “Collaboriamo per garantire l’ordine delle discariche in Sicilia” CLICCA PER IL VIDEO

Una riunione operativa con lo scopo di chiarire quali sono gli eventuali interventi da suggerire alla Regione per agevolare la rimozione dei pericoli per l’ambiente

BarSicilia

Bar Sicilia a Torre del Faro (ME): “Ecco il Ponte che verrà” CLICCA PER IL VIDEO

Maurizio Scaglione e Giuseppe Bianca con Bar Sicilia sono a Torre del Faro dove, insieme al presidente dell’ordine degli architetti Giuseppe Falzea e un altro tecnico messinese, l’ingegnere Peppe Palamara, illustrano tutto quello che verrà per quanto riguarda la parte tecnica e le premesse logistiche sui luoghi nella vicenda che riguarda il ponte sullo Stretto…

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.