Condividi
Le indagini

Palermo, rapinano un turista al quartiere Ballarò: arrestate quattro persone

giovedì 7 Marzo 2024

La Squadra Mobile – “Sezione Contrasto al Crimine Diffuso, Falchi” – ha eseguito due ordinanze di custodia cautelare emesse rispettivamente dal gip presso il Tribunale di Palermo a carico di un indagato, destinatario della misura della custodia in carcere e dal gip presso il Tribunale per i Minorenni a carico di 3 indagati, destinatari della misura della custodia cautelare custodiale presso l’Istituto Penale Minorile, poiché ritenuti responsabili di una rapina aggravata, in concorso, perpetrata ai danni di un turista americano in vacanza in città.

Il provvedimento scaturisce dalle attività d’indagine, avviate a seguito di una rapina, perpetrata lo scorso 11 febbraio, nel quartiere cittadino di “Ballarò”, allorquando un gruppo di cinque soggetti, circondava il turista, minacciandolo con un coltello ed un taser e, dopo averlo colpito, gli asportava l’orologio marca “Rolex” che teneva al polso, pari al valore di 15 mila dollari, la somma di euro 800 euro ed il telefono cellulare.

Le progressioni investigative, coordinate dalla Procura presso il Tribunale e presso il Tribunale per i Minorenni, avviate nell’immediatezza attraverso l’ausilio delle immagini estrapolate dai sistemi di video sorveglianza, siti nei luoghi dell’aggressione, consentivano di identificare i componenti del gruppo criminale, costituito da maggiorenni e minorenni di nazionalità italiana, nonché di acquisire concreti elementi di colpevolezza a loro carico.

Le identificazioni effettuate dalla Squadra Mobile venivano successivamente corroborate dalle individuazioni fotografiche eseguite dalla persona offesa e risultavano in perfetta corrispondenza con quanto riscontrato dagli accertamenti compiuti.

Giova precisare che la responsabilità penale delle condotte elencate sarà definita solo dopo l’emissione di eventuali sentenze passate in giudicato, in ossequio al principio costituzionale della presunzione di innocenza.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Francesco Zavatteri: “Giovani fuorviati dal crack, crea una barriera insormontabile” CLICCA PER IL VIDEO

L’intervista de ilSicilia.it a Franco Zavatteri, padre di Giulio, giovane artista palermitano, ucciso da un’overdose di crack all’età di 19 anni il 15 settembre 2022. Il ricordo del figlio, l’impegno quotidiano per sensibilizzare sul tema delle droghe nelle scuole, l’importanza di strutture sul territorio come la “Casa di Giulio” e il centro di pronta accoglienza…

BarSicilia

Bar Sicilia, Razza pronto a correre per un seggio a Strasburgo: “L’Europa entra sempre più nella vita dei siciliani” CLICCA PER IL VIDEO

Prima di affrontare la campagna elettorale che separa i siciliani dal voto del prossimo 8 e 9 giugno, Razza fissa la sua marcia d’avvicinamento all’obiettivo delineando concetti e misurando il feedback con i propri elettori

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.