Condividi

Palermo: sequestrata casa a luci rosse in pieno Centro

giovedì 16 Agosto 2018
prostituzione sesso

La Polizia di Stato, dopo laboriose indagini, è giunta alla conclusione che in un appartamento di uno stabile, ubicato in zona centralissima del capoluogo palermitano, si svolgesse attività di meretricio. L’appartamento, pertanto, nei giorni scorsi, è stato oggetto di un sequestro preventivo disposto dal Tribunale di Palermo, su richiesta della Procura della Repubblica, ed eseguito dai poliziotti della seconda sezione della Squadra Mobile palermitana.

Sono stati, infatti, gli agenti dell’articolazione investigativa della Questura a raccogliere la segnalazione di un esposto prodotto da un condomino e sviluppare gli spunti in esso contenuti. In particolare, i poliziotti hanno riscontrato quanto raccontato dall’esasperato condomino e cioè il viavai di uomini che, a tutte le ore del giorno, si avvicendavano all’interno delle mura di quell’appartamento, facendovi accesso dopo avere effettuato una breve chiamata telefonica, una volta giunti davanti alla porta d’ingresso.

Quegli uomini erano, in realtà, i clienti di una prostituta che offriva prestazioni sessuali, propagandate con messaggi inequivocabili, attraverso una piattaforma internet.

Numerose, al riguardo, sono state le testimonianze giunte a seguito di audizioni, da parte dei “clienti”, effettuate dai poliziotti. Di particolare rilievo anche la circostanza che il proprietario dell’appartamento, un palermitano di quasi 40 anni, fosse consapevole della “destinazione d’uso” del suo immobile e mascherasse tale consapevolezza, “gonfiandone” il canone di locazione, quantificato in una cifra “fuori mercato” e percepita settimanalmente.

Per questo motivo, l’uomo è stato denunciato, a piede libero, per il reato di favoreggiamento della prostituzione e l’appartamento è stato posto sotto sequestro. Le indagini hanno accertato come l’attività di meretricio all’interno dell’appartamento andasse avanti da circa due anni.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Catania, truffa sui carburanti: 13 indagati e sequestro beni da 25 milioni CLICCA PER IL VIDEO

I sequestri sono stati eseguiti nelle province di Catania, Palermo, Enna, Catanzaro e Reggio Calabria. L’indagine, condotta dalle unità dei gruppi Tutela finanza pubblica del nucleo Pef della Guardia di finanza di Catania e Operativo regionale antifrode dell’Adm ha riguardato due distinti gruppi.

BarSicilia

Influenza, Covid e nuovi virus: a Bar Sicilia tutti i consigli dei professori Corrao e Vitale CLICCA PER IL VIDEO

Tra i professori inseriti nella World’s Top 2% Scientist, la graduatoria planetaria delle scienziate e degli scienziati con livello più elevato di produttività elaborata dalla Stanford University, ci sono anche Salvatore Corrao, Professore di Medicina Interna dell’Università di Palermo e Capo Dipartimento di Medicina Clinica dell’Arnas-Civico di Palermo e Francesco Vitale, Professore ordinario di Igiene…

La Buona Salute

La Buona Salute 60° puntata: Re.O.S. – Rete Oncologica Siciliana

La 60^ puntata de La Buona Salute è dedicata al progetto REOS, la rete oncologica siciliana, una realtà ormai concreta e una eccellenza siciliana per le patologie tumorali

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.