Condividi

Parco dell’Etna, Caputo: “Modificare legge 16/96 per fermare i piromani”

giovedì 12 Agosto 2021

Gli incendi in tutta Italia, nei giorni del grande caldo di ferragosto, non risparmiano neppure l’Etna e il presidente del Parco dell’Etna, Carlo Caputo, tiene alta l’attenzione su questo preoccupante fenomeno.

Proprio la scorsa notte le fiamme si sono portate a ridosso del Parco dell’Etna, nella frazione Presa di Linguaglossa, centro turistico di montagna in provincia di Catania. Il rogo ha investito un’area boschiva con diverse coltivazioni, per lo piu’ vitigni e danneggiato anche alcuni casolari.

“Le condizioni climatiche che troviamo sull’area protetta Parco dell’Etna escludono che un incendio possa avvenire per cause naturali, difficile, molto improbabile”, ha evidenziato Caputo. 

“Dobbiamo tutti ringraziare i vigili del fuoco, la forestale, la protezione civile e tutti i volontari – ha evidenziato Caputo – che stanno combattendo per difendere l’area protetta. Diversi possono essere i criminali ed i motivi che spingono piromani a dare fuoco sull’Etna. La maggior parte di questi incendi non vengono innescati su aree boscate ma su ex coltivi spesso abbandonati ed uno dei motivi è legato sicuramente alla dannosa pratica adottata da alcuni pastori che svolgono attività pascoliva non autorizzata (o meglio autorizzata solo in parte)”.

“E’ necessario avviare una riflessione per modificare la legge 16/96 che non consente per un tempo di 15 anni il cambio di destinazione d’uso su terreni attraversati dal fuoco. Questa nobile norma nata negli Anni Novanta per contrastare gli incendi che avevano il criminale obiettivo di fare posto a cementificazione, sull’Etna, adesso ha preso tutta un’altra finalità: quella di cristallizzare terreni a pascolo per sempre, scoraggiando la ripresa attività colturali (vigneti, frutteti, etc)”.

“Nei giorni scorsi – conclude Caputo -, traendo spunto da alcune considerazioni esposte i deputati Savarino e Zitelli (che ringrazio) hanno scritto un DDL che ha lo scopo di aprire un dibattito sulla modifica di questa legge. Penso che la modifica della legge possa essere un primo passo alla prevenzione di questi incendi (almeno di alcuni). Sono giornate difficili per tutti, ringrazio il Presidente Nello Musumeci, l’assessore Salvatore Cordaro ed il responsabile della protezione civile Salvo Cocina per l’impegno che stanno mettendo in tutte le azioni di queste giornate”.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Relazione Antimafia regionale all’Ars, Cracolici: “L’obiettivo è far sentire il fiato sul collo a Cosa Nostra” CLICCA PER IL VIDEO

Il presidente della commissione Antimafia siciliana, Antonello Cracolici, ha presentato all’Ars la relazione sull’attività della commissione a un anno dal suo insediamento

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.