Condividi

Perdere peso ma pensando alla salute: i segreti della dieta chetogenica

giovedì 7 Giugno 2018

Una dieta a basso contenuto di carboidrati (zuccheri semplici e complessi) e ad elevato contenuto di grassi è detta chetogenica. In questo periodo in cui tutti pensiamo di perdere qualche chilogrammo di “ciccia” nella imbarazzante, per molti di noi, “prova costume” si ricomincia a parlarne assieme ad altre diete più o meno fantasiose. Questo tipo di dieta è considerata un vero e proprio approccio terapeutico alla sindrome metabolica, quest’ultima caratterizzata da obesità addominale, problemi di glicemia, pressione arteriosa alta e riduzione dei livelli di colesterolo Hdl (quello buono).

Blog CorraoSu Journal of Nutrition and Metabolism è uscito di recente un articolo che fa una revisione della letteratura scientifica internazionale che dimostrerebbe l’efficacia e la sicurezza di questo tipo di dieta. Il basso contenuto di zuccheri stimola l’organismo a bruciare gli acidi grassi come fonte di energia primaria; i corpi chetonici che si formano come conseguenza di ciò diventano energia per i neuroni e bloccano l’utilizzo delle proteine del proprio corpo (proteine endogene) che solitamente vengono utilizzate in caso di forte carenza nutrizionale. I neuroni verrebbero protetti dallo sviluppo di demenza che invece sembra essere associata a un elevato consumo di zuccheri. Recenti ricerche parlano addirittura di diabete di terzo tipo riferendosi allo stato di insulino-resistenza documentabile nel cervello di pazienti colpiti da demenza.

Il profilo di macronutrienti di una dieta chetogenica è rappresentato dal 60-70% di grassi, 20-30% di Blog Corraoproteine e un 5-10% di carboidrati. L’uso giornaliero di non più di 75 grammi di zuccheri è necessario per indurre una chetosi ma 50 grammi è il quantitativo ideale in una dieta di questo tipo. Un primo effetto è un rapido utilizzo degli zuccheri nel sangue e la riduzione della insulino-resistenza, quest’ultima alla base del diabete mellito tipo 2 (il diabete dell’adulto) e della sindrome metabolica. Ricordando che ogni dieta va seguita dopo una accurata valutazione medica e con l’aiuto del nutrizionista o del dietista, di seguito è riportato un esempio di dieta chetogenica.

 

Blog Corrao

 

Se vuoi rimanere aggiornato su ricerca, prevenzione, bandi e concorsi e tanto altro vai su sanitainsicilia.it

 

 

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Giornata mondiale del turismo a Palermo: tra ruolo strategico delle infrastrutture e trasversalità CLICCA PER IL VIDEO

Due giornate con uno sguardo al turismo con fiducia, tra nuove politiche di settore, strategie di mercato e la formazione di un capitale umano specializzato in innovazione, intelligenza artificiale e management

BarSicilia

Bar Sicilia, Bandiera: “A Siracusa quest’anno sfioreremo il milione di presenze”

Maria Calabrese e Maurizio Scaglione “in trasferta” a Siracusa intervistano il vicesindaco Edy Bandiera

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.