Condividi

Porto di Palermo, il viceministro Morelli: “Bene Monti, qui una nuova primavera” CLICCA PER IL VIDEO

mercoledì 18 Maggio 2022

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

Il viceministro alle Infrastrutture e Mobilità sostenibili, Alessandro Morelli, ha incontrato il Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sicilia occidentale, Pasqualino Monti. Nel corso della visita è stato fatto il punto sugli investimenti infrastrutturali che interessano la città e il suo porto.

Al centro dell’incontro, una serie di questioni importanti come gli investimenti da 600 milioni in cantieri tra opere realizzate e da realizzare anche attraverso le risorse del Pnrr. Morelli ha parlato di “primavera di Palermo”, di un momento di svolta, di un giro di boa per la città. Il porto insieme a tutti gli interventi dei riqualificazione è un biglietto da visita per i turisti e volano per lo sviluppo economico e occupazionale del capoluogo siciliano.

“In Italia – ha detto il viceministro – ci sono 90 opere commissariate, tra ferrovie, strade, porti e dighe. Questo dimostra come le norme nazionali, penso al Codice dei contratti, debbano essere modificate: non sono scritte sulle tavole della legge. Se abbiamo la necessita di commissariare così tante opere significa che la norma primaria non funziona.”

Per Pasqualino Monti, la visita del viceministro Morelli, è un’occasione per far conoscere l’attività dell’Autorità Portuale che va avanti nonostante le difficoltà legate anche alla crisi Ucraina. Non abbiamo fermato nemmeno un cantiere.  Ho appena ricevuto la notizia nel nuovo decreto infrastrutture presentato dal ministero c’è la soluzione all’annoso problema della diminuzioni del periodo in cui verranno erogati i fondi per il pagamento della ristrutturazione del bacino da 150 mila tonnellate. Aspettiamo il prossimo consiglio dei ministri, ma siamo già pronti ad inviare le lettere per le manifestazioni di interesse anche per questa importante opera, ha concluso Monti.

A margine dell’incontro, Morelli è tornato a parlare del Ponte sullo Stretto: “La Sicilia è la migliore piattaforma logistica che l’Europa può avere e il Ponte sullo Stretto è una necessità. Non realizzarlo è un’antitesi rispetto agli importantissimi investimenti che Italia e Europa stanno facendo sul Meridione e la Sicilia. Non realizzare quest’opera sarebbe una cosa antistorica: viva il Ponte sullo Stretto”, ha concluso.

Dopo la conferenza stampa, il vice ministro ha effettuato un sopralluogo del nuovo terminal croceristico e del Molo trapezoidale.

 

 

 

 

 

 

 

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Relazione Antimafia regionale all’Ars, Cracolici: “L’obiettivo è far sentire il fiato sul collo a Cosa Nostra” CLICCA PER IL VIDEO

Il presidente della commissione Antimafia siciliana, Antonello Cracolici, ha presentato all’Ars la relazione sull’attività della commissione a un anno dal suo insediamento

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.