Condividi
i colloqui

Primo giorno di consultazioni: ecco cosa sta accadendo

giovedì 20 Ottobre 2022

Il nuovo Governo prenderà forma a breve. Sono infatti iniziate oggi le consultazione del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Nella serata di ieri era stato reso noto il calendario dei vari appuntamenti. Ad aprire è stata la telefonata con l’ex Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano.

Ore 19,20: È in corso l’incontro al Quirinale tra il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e la delegazione del Pd, ultimo della giornata nelle consultazioni.

Ore 18,50:Abbiamo espresso al presidente Mattarella sconcerto per i contrasti tra le forze di centrodestra che si accingono a formare un governo. Siamo al di là di una dialettica accesa con uno scontro che immagino si comporrà con la formazione del nuovo esecutivo. Devono essere consapevoli che il Paese non può attendere ed attardarsi su scontri e conflitti. Bisogna metterli da parte e rispondere alle attese dei cittadini“. Lo ha detto Giuseppe Conte, leader del M5S. “Ci aspettiamo un esecutivo a forte vocazione europeista, questa deve essere una trazione necessaria e indiscutibile. Che abbia chiara la collocazione euroatlantica e che sia pronto per affrontare la crisi in atto, che abbraccia la sfera economia e quella sociale”.

Ore 18,15: La delegazione del M5S guidata da Giuseppe Conte e composta dai capigruppo di Senato e Camera Barbara Floridia e Francesco Silvestri è giunta al Quirinale.

 

Ore 17,35:Azione e Italia viva saranno all’opposizione di questo governo, senza sconti. Un’opposizione che cercherà di ingaggiare il governo su tematiche concrete“. Lo ha detto il leader di Azione, Carlo Calenda.

Ore 17,20:Abbiamo ribadito il nostro impegno per la pace. Pur nella nettezza di un giudizio che da parte nostra non è mai venuto meno, su chi aggredisce e chi è aggredito, la scelta della pace è per noi l’unica che può far uscire il mondo dal rischio di una degenerazione del conflitto“. Così il segretario di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni dopo il colloquio al quirinale per le consultazioni. Fratoianni ha espresso “profonda preoccupazione per la crisi sociale drammatica che attraversa il paese, occorrono proposte immediate, e noi le abbiamo avanzate“.

Ore 17,00: La delegazione di Azione-Iv è giunta al Quirinale, guidata da Carlo Calenda. Presenti i capigruppo del Senato e della Camera, Raffaella Paita e Matteo Richetti, e la presidente di Iv, Teresa Bellanova.

Ore 16,40:Come tutto lascia pensare che l’incarico sarà dato a un esponente o a una esponente della maggioranza, noi faremo una opposizione seria e rigorosa a partire dai diritti civili“. Così Benedetto Della Vedova di +Europa, componente del gruppo Misto alla Camera, al termine delle consultazioni.

Ore 16,00: La delegazione del gruppo Misto alla Camera, presieduta da Manfred Schullian, è giunta al Quirinale per le Consultazioni con il presidente Mattarella. Oltre che da Schullian, la delegazione è composta da Riccardo Magi, Presidente della componente +Europa, Benedetto Della Vedova, membro della componente +Europa, Franco Manes, membro della componente Minoranze Linguistiche e Francesco Gallo, membro della componente Sud chiama Nord.

Ore 12,30: Poi il Gruppo parlamentare Per le autonomie (SVP-Patt, Campobase e Sud Chiama Nord) del Senato. “E’ chiaro che che visto l’esito delle elezioni è giusto che Giorgia Meloni sia incaricata Presidente del Consiglio“, ma, per quanto riguarda la fiducia “il nostro orientamento è quello di votare contro perché devono dimostrarci un cambio di atteggiamento ma non è ancora detta l’ultima parola e decideremo anche in base ai ministri”, ha detto Julia Unterberger al termine dell’incontro del Gruppo per le Autonomie con Mattarella.

Unterberger chiarisce: “Non abbiamo paura che possano toccare la nostra autonomia, che è ancorata a trattati internazionali ed ha rango costituzionale. Ma dipende anche da tutto il clima, non è tema solo di disposizioni. Ogni giorno c’è un problema pratico cui trovare una soluzione. E’ diverso se trovi un governo che apprezza l’autonomia locale o è totalmente centralista. Questa è la problematica di cui abbiamo paura nella prossima legislatura“.

Abbiamo paura” di una coalizione “con un primo partito nazionalista, sovranista. In passato abbiamo avuto problemi con FdI perchè hanno difficoltà ad accettare il diverso, ad esempio quando ci dicono di andare in Austria”.

Spero – ha sottolineato Unterberger – che avranno in futuro con noi un approccio più costruttivo” auspicando “collaborazione con il primo partito che avrà la maggioranza del governo”.

Abbiamo manifestato al presidente Mattarella la necessità che si verifichi l’attuazione delle grandi opere che il Meridione attende da molti anni. Su questo eserciteremo ogni opportuna valutazione, decidendo sulla fiducia al governo anche in base alla presenza o meno del ministero per il Mezzogiorno“. Così Dafne Musolino di Sud Chiama Nord al termine delle consultazioni al Quirinale tra il Capo dello Stato il Gruppo per le Autonomie.

Ore 12,00: Il presidente della Camera, Lorenzo Fontana, è giunto al Quirinale per le consultazioni del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. L’incontro con Mattarella è durato 15 minuti. Fontana ha lasciato senza dichiarazioni lo studio alla Vetrata al Quirinale.

Ore 11,00: Il primo ad essere ricevuto è stato il presidente del Senato Ignazio La Russa. “Un colloquio cordiale ed emozionante“,  ha detto il presidente del Senato, Ignazio La Russa, lasciando il Quirinale al termine dell’incontro. “Vi ringrazio. Non c’è motivo di aggiungere nulla: il colloquio è stato molto cordiale e devo dire è sempre emozionante parlare con il presidente“, ha detto La Russa ai cronisti in attesa.

Mattarella e la russa

 

 

 

 

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Il prefetto di Agrigento e Arpa: “Collaboriamo per garantire l’ordine delle discariche in Sicilia” CLICCA PER IL VIDEO

Una riunione operativa con lo scopo di chiarire quali sono gli eventuali interventi da suggerire alla Regione per agevolare la rimozione dei pericoli per l’ambiente

BarSicilia

Bar Sicilia a Torre del Faro (ME): “Ecco il Ponte che verrà” CLICCA PER IL VIDEO

Maurizio Scaglione e Giuseppe Bianca con Bar Sicilia sono a Torre del Faro dove, insieme al presidente dell’ordine degli architetti Giuseppe Falzea e un altro tecnico messinese, l’ingegnere Peppe Palamara, illustrano tutto quello che verrà per quanto riguarda la parte tecnica e le premesse logistiche sui luoghi nella vicenda che riguarda il ponte sullo Stretto…

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.