Condividi

Rumeno picchiato e ridotto in fin di vita a Canicattì, fermati due connazionali

domenica 24 Maggio 2020
pestaggio
IMMAGINE DI REPERTORIO

La Squadra Mobile di Agrigento, diretta da Giovanni Minardi, in collaborazione con il Commissariato di Canicattì, diretto da Cesare Castelli, ha posto in stato di fermo ieri sera su ordine della procura di Agrigento due cittadini rumeni, C.T., 45 anni e P.P., 42, gravemente indiziati della selvaggia aggressione ai danni del connazionale 37enne Cristian Balosin il quale, picchiato a calci e pugni nonché con un arma impropria, è stato ridotto in fin di vita e ora è ricoverato in prognosi riservata in una unita” specializzata ospedaliera di Palermo.

I presunti aggressori indicati da diversi testimoni, dopo il violento attacco si sarebbero dati alla fuga, ma dopo qualche ora sono stati rintracciati a Canicattì dai poliziotti con gli abiti e le scarpe sporchi di sangue. La feroce aggressione maturata in un contesto di degrado sociale, caratterizzato da abuso di alcool, sembrerebbe scaturita da motivi riconducibili a banali controversie di natura economica. La procura di Agrigento, diretta dal capo dell’ufficio Luigi Patronaggio, continua a seguire attentamente lo sviluppo delle ulteriori indagini disposte e l’evolversi delle condizioni di salute di Balosin.

(foto di archivio)

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Relazione Antimafia regionale all’Ars, Cracolici: “L’obiettivo è far sentire il fiato sul collo a Cosa Nostra” CLICCA PER IL VIDEO

Il presidente della commissione Antimafia siciliana, Antonello Cracolici, ha presentato all’Ars la relazione sull’attività della commissione a un anno dal suo insediamento

BarSicilia

Bar Sicilia, Razza pronto a correre per un seggio a Strasburgo: “L’Europa entra sempre più nella vita dei siciliani” CLICCA PER IL VIDEO

Prima di affrontare la campagna elettorale che separa i siciliani dal voto del prossimo 8 e 9 giugno, Razza fissa la sua marcia d’avvicinamento all’obiettivo delineando concetti e misurando il feedback con i propri elettori

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.