Condividi

Sicurezza autostrade: Cittadinanzattiva Sicilia chiede declassamento A18 e A20

mercoledì 22 Agosto 2018
autostrada

CittadinanzAttiva Sicilia per garantire la sicurezza degli utenti, chiede il declassamento a strada statale delle autostrade A18 e A20, con l’abolizione del pedaggio, l’introduzione del limite di velocita’ e l’intervento della Forestale per eliminare i pericoli imminenti di incendio e di crollo alberi di alto fusto sulla sede stradale. L’associazone in una nota “ribadisce che le criticita’ contestate a suo tempo dall’Anas, si sono pericolosamente aggravate a cominciare: dai guardrail, dalle barriere antirumore inesistenti, alla segnaletica orizzontale e verticale, alla pericolosita’ di ponti e gallerie e a tutte le altre, a cui il Cas non ha mai ottemperato”.

CittadinanzAttiva Sicilia lancia, dunque, un appello al Presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, che venerdi’ 24 agosto incontrera’ i vertici dell’Anas, del Cas, della Protezione Civile e dei sindaci interessati e questa volta si rivolge anche al Sindaco della Citta’ Metropolitana di Messina, Cateno De Luca, perche’ si intervenga con tempestivita’ e razionalita’, per l’eliminazione delle criticita’.

Per il presidente Giuseppe Pracanica: “A fine giugno prima dell’arrivo dei possenti venti di scirocco e dei consueti incendi dolosi, CittadinanzAttiva aveva chiesto a mezzo stampa al Prefetto, all’assessore alle infrastrutture e mobilita’ della Regione Sicilia e ai responsabili del Cas, perche’ si provvedesse a rendere sicure le autostrade. Adesso serve ancora un atto di coraggio per chiudere il Cas, che e’ stato considerato sempre dall’utenza un carrozzone politico, capace di fare ammalorare l’unica tratta autostradale a pagamento del Sud Italia. Le ultime due interruzioni del traffico (come da noi preannunciato) si sono avute sull’A18 per una caduta di un albero di alto fusto su un camion, procurando fortunatamente solo due feriti, mentre nelle stesse ore sull’A20 la tratta e’ stata chiusa per un incendio”.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Palermo, differenziata: il futuro di Rap tra porta a porta e raccolta di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Traghettare Palermo verso il futuro attraverso una nuova visione della raccolta differenziata dei rifiuti. È l’obiettivo di Rap, l’azienda partecipata del Comune, rappresentata dall’amministratore unico, l’ingegnere Girolamo Caruso

BarSicilia

Bar Sicilia, intervista esclusiva al Presidente dell’Ars Galvagno: “Cinque anni per cambiare la Sicilia” CLICCA PER IL VIDEO

Il protagonista della puntata speciale numero 216 di Bar Sicilia è Gaetano Galvagno. Il neo presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana ci ha accolti a Palazzo dei Normanni e, intervistato dal direttore Marianna Grillo e dall’editore Maurizio Scaglione, ha molto parlato di politica, di obiettivi e impegni comuni per il futuro della Sicilia. Galvagno ha risposto anche…

La Buona Salute

La Buona Salute 60° puntata: Re.O.S. – Rete Oncologica Siciliana

La 60^ puntata de La Buona Salute è dedicata al progetto REOS, la rete oncologica siciliana, una realtà ormai concreta e una eccellenza siciliana per le patologie tumorali

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.