Condividi
Il fatto

Sorpresi con i cani nel parco Libero Grassi: bracconieri denunciati a Palermo

mercoledì 19 Giugno 2024
ingresso Parco Libero Grassi

Il parco Libero Grassi ancora non completato non è solo il luogo dove vengono trovati i resti delle auto e delle moto rubate. Diversi cacciatori sono stati sorpresi nel parco mentre facevano allenare i propri cani.

A segnalare l’attività di bracconaggio nel parco intitolato all’imprenditore, che fu ucciso dalla mafia perché si rifiutò di pagare il pizzo, sono stati i residenti e i volontari del gruppo Adorno.

Nel corso di alcuni sopralluoghi notturni sono stati individuati numerosi richiami elettroacustici, il cui uso è vietato dalla legge proprio per l’attività venatoria. Un riproduttore elettronico che ripetutamente lancia, grazie a degli amplificatori, il forte richiamo del piccolo uccello molto ambito dai cacciatori, che in primavera, quando ogni forma di caccia sarebbe vietata, migra lungo la costa settentrionale della Sicilia.

I volontari sottolineano, inoltre, che per consentire l’accesso alle autovetture dei bracconieri è stata realizzata una strada sterrata che aggira il cancello, sempre chiuso, del parco. Su quest’ultimo, alcuni abitanti esasperati dalla presenza dei bracconieri, hanno pure affisso alcuni cartelli di divieto di caccia. I volontari del gruppo Adorno chiedono che l’amministrazione comunale intervenga con immediatezza per il blocco della strada abusiva, con il ripristino della recinzione e la rimozione di tutti i rifiuti.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Decreto “svuota-carceri”, Pino Apprendi: “L’urlo dei detenuti, che la pena sia umana” CLICCA PER IL VIDEO

Con Pino Apprendi, garante dei detenuti del Comune di Palermo abbiamo analizzato e valutato in base all’esperienza delle carceri palermitane il Dl 92/2024, approvato dal Consiglio dei Ministri il 3 luglio 2024 in risposta all’emergenza carceraria.

BarSicilia

Bar Sicilia, Lagalla: “La ‘Santuzza’ offre a Palermo la motivazione per dare di più” CLICCA PER IL VIDEO

Il primo cittadino di Palermo ricorda l’importanza del 400° festino e al di là della valenza storica, coglie ancora una volta di più l’occasione e l’opportunità per motivare i palermitani ad essere persone e cittadini migliori.

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.