Condividi

Terrasini, al via “Scruscio”: il festival che racconta la Sicilia

martedì 28 Agosto 2018
1024px-terrasini-palazzo-daumale-bjs2007-01
Palazzo d'Aumale

Scruscio. Ed è il decimo. Ritorniamo e siamo più vivi che mai. Che a parafrasare i detti siciliani, suona un po’ come “sbagliare è umano, perseverare è diabolico, sì, ma sennò… che divertimento c’è?”. La manifestazione creata dieci e passa anni fa da Massimo Minutella per raccontare la Sicilia attraverso le voci di chi l’ha vissuta, amata e portata al successo, quest’anno con tenacia ha deciso di perseverare: ed eccola ritornare baldanzosa al Museo di Palazzo D’Aumale, a Terrasini.

Scruscio si srotolerà su due serate, domani (mercoledì 29) e dopodomani (giovedì 30 agosto), condotte come sempre dallo showman, trasmesse in diretta su PrimaRadio e realizzate da Il Melangolo; iniziative direttamente promossa dall’assessorato regionale ai Beni Culturali e all’Identità siciliana, con il contributo del Polo museale, del Comune di Terrasini e della Gesap. L’ingresso è libero.

massimo-minutella
Massimo Minutella

“Scruscio è Sicilia e ancora Sicilia – dice Massimo Minutellail racconto dell’isola attraverso i suoi protagonisti e tramite chi, nel corso degli anni, è rimasto affascinato da luoghi che da soli, ispirano un amore immenso”.

Un’edizione che si muoverà tra racconto e musica, con ospiti come sempre, profondamente legati alla Sicilia: da Gianfranco Jannuzzo a Leo Gullotta, fino a Red Ronnie.

La musica sarà assicurata dalla Lab Orchestra con alcune guest: Mario Incudine, Qbeta, Miele. “Scruscio è ormai una manifestazione ‘storica’ – spiega Patrizia Li Vigni, direttore di Palazzo D’Aumale – e l’unione con un museo che guarda al suo territorio, è soltanto un ulteriore modo per parlare della Sicilia e promuovere i suoi tesori”.

Serate a capitoli. Si inizia mercoledì (29 agosto) alle 19 con una particolare “visita guidata” dai colori squillanti visto che è dedicata ai carretti siciliani, una delle tante anime espositive del Museo di Palazzo D’Aumale: Salvo Piparo salirà e scenderà virtualmente dai carretti con personaggi veri, inventati, straordinari, popolari, tutti affidati alla sua versatilità di cuntista. La stessa”visita guidata”, ma con un piglio più “professorale” e storico, sarà invece affidata il giorno successivo a Gaetano Basile.

email giordano - giordano -
Red Ronnie

Sempre mercoledì, alle 21, il palco sarà tutto per Red Ronnie: colui che in Italia fece conoscere, nei lontani anni Settanta, Janis Joplin e i Sex Pistols, mentre tutta Italia si dava alla disco music; il creatore di Bandiera Gialla ma soprattutto del Roxy Bar, non arriverà da solo a Terrasini, ma sarà virtualmente accompagnato dai personaggi che ha intervistato durante venticinque anni di trasmissione, prima in tv o poi sul web.

Dal suo enorme mansionario di interviste, Red Ronnie ha scelto quelle legate alla Sicilia: e quindi, le conversazioni con Franco Battiato, Carmen Consoli, Fiorello, Giuni Russo, i De Novo anche immagini di Morandi in giro per i mercati e della famosa “Pantera”, la contestazione studentesca degli anni Novanta. Ognuna condita da aneddoti, frasi, autografi, ricordi. Alle 22, toccherà invece a Gianfranco Jannuzzo con il suo “Recital”: l’attore

Gianfranco Jannuzzo
Gianfranco Jannuzzo

agrigentino si racconterà “senza paracadute”, dagli inizi con Gino Bramieri, l’amicizia con Renzino Barbera, le lezioni di Gigi Proietti, il debutto in teatro diretto da Gabriele Lavia.

E poi via, con tanti anni di teatro, la tv con Paolo Limiti e tanto altro. Una vera e propria serata d’onore tra sketch, battute, ricordi, dialetti. “Terrasini è diventato un polo turistico importante”, sottolinea il sindaco Giosuè Maniaci . La seconda giornata (giovedì 30 agosto) si aprirà invece alle 18 con una particolarissima e “zuccherosa” lezione del pasticcere Santi Palazzolo che racconterà (e preparerà in diretta) i dolci della tradizione siciliana, svelando anche qualche segreto di arte pasticcera.

miele
Miele

Cercando di risolvere un busillis: cassata con canditi, si o no? Dopo la seconda “visita ai carretti”, guidata da Gaetano Basile, il palco sarà tutto per la Lab & Friends; ovvero la Lab Orchestra, capitanata dallo stesso Massimo Minutella, alle prese con scorribande “autorizzate” nella musica italiana.

Con alcuni “ospiti” d’eccezione come Mario Incudine  (Enna è stata solo un punto di partenza, da lì Mario ha conquistato il Mediterraneo), i Qbeta, Peppe Cubeta & company, si nutrono di vento meticcio latino/americano, di ritmi sanguigni dei Balcani, di solarità insulana e Miele che due anni fa è stata premiata dal M.E.I. come migliore artista emergente di Sanremo 2016.

E da allora non si è più fermata, senza mai rinunciare alle sue radici nissene. Alle 22, si chiude con un ultimo ospite d’eccezione: dopo essere stato la

leo_gullotta
Leo Gullotta

“voce” del Festino, e per uno autenticamente catanese come lui non è stato facile, e aver ricordato i 50 anni dal terremoto sul Cretto di Burri, Leo Gullotta si prepara ad una nuova stagione teatrale sotto il segno di Luigi Pirandello.

Racconterà questo e molto altro, sollecitato da Massimo Minutella. Sempre domani (29 agosto)  alle 18, sarà possibile partecipare al Tour 100 Passi nei luoghi della memoria di Peppino Impastato, condotto dal fratello Giovanni. Il posto in pullman è gratuito. per ottenere maggiori informazioni è possibile contattattare il 366.7369149 e il 338.7865034.

 

Ecco il programma completo:

29 agosto

Ore 18 | Tour 100 passi

Ore 19 | Salvo Piparo | racconti di Sicilia

Ore 21 | Red Ronnie

Ore 22 | Gianfranco Jannuzzo “Recital”

30 agosto

Ore 18 | Santi Palazzolo “Dolci di Sicilia”

Ore 19 | Gaetano Basile | Racconti di Sicilia

Ore 21 | Lab & Friends | Mario Incudine, QBeta, Miele

Ore 22 | Leo Gullotta

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Relazione Antimafia regionale all’Ars, Cracolici: “L’obiettivo è far sentire il fiato sul collo a Cosa Nostra” CLICCA PER IL VIDEO

Il presidente della commissione Antimafia siciliana, Antonello Cracolici, ha presentato all’Ars la relazione sull’attività della commissione a un anno dal suo insediamento

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.