Condividi
La prima unità veloce

“Vittorio Morace”, la nuova nave ibrida di Liberty Lines pronta per entrare in mare

venerdì 28 Giugno 2024

Davanti a un parterre di istituzioni, addetti ai lavori e un nutrito gruppo di dipendenti di Liberty Lines si è svolta ieri presso la Stazione Marittima della città dei due mari la presentazione della nave “Vittorio Morace”, prima unità veloce ibrida al mondo, capace di muoversi all’interno dei porti in modalità totalmente elettrica, per poi ricaricare le batterie durante la navigazione in mare aperto.

L’imbarcazione, che vanta una lunghezza di 39,5 metri e una capienza di 251 passeggeri, è frutto di una collaborazione nata nel 2022 tra gli uffici tecnici di Liberty Lines, il cantiere spagnolo Astilleros Armon, il produttore tedesco di motori Rolls-Royce Solutions, RINA e il designer australiano Incat Crowther.

L’evento, voluto dalla famiglia Morace – proprietaria di Liberty Lines – e curato dall’amministratore delegato Gennaro Carlo Cotella, si è trasformato nell’occasione per condividere pubblicamente le aspirazioni della compagnia siciliana alla presenza, tra gli altri, dell’assessore delle Infrastrutture e della mobilità della Regione Siciliana Alessandro Aricò e del direttore generale di Confitarma Luca Sisto che non hanno mancato di portare il proprio saluto.

La nave Vittorio Morace, come è noto, è frutto di una collaborazione internazionale e la kermesse trapanese è diventata l’occasione per fare il punto con i protagonisti, ciascuno leader nel proprio settore di riferimento, che hanno preso parte alla realizzazione di questo innovativo progetto:

Brett Crowther (fondatore e Amministratore Delegato della società australiana INCAT CROWTHER), uno degli studi di progettazione nautica più conosciuti al mondo per i progetti ad alto tasso di innovazione, ha spiegato le caratteristiche che hanno contraddistinto il design di questo nuovo progetto.

 

Denise Kurtulus (Vicepresidente – Global Marine di Rolls-Royce Power Systems) e Gianluca Bononi (Managing Director di Rolls-Royce Solutions Italia) hanno spiegato il funzionamento degli innovativi motori ibridi MTU che equipaggiano la nave Vittorio Morace.

Alderino Alperi (Amministratore Delegato) e Ricardo García (Direttore Marketing e Vendite) del rinomato cantiere spagnolo ARMON, che si sta occupando della costruzione in tempi record di tutte e 9 le navi gemelle, hanno raccontato il processo di costruzione che sta avvenendo in tempi record, con 3 navi già consegnate e altre 6 in consegna entro l’estate 2026.

Biagio Pugliese (South West Europe Marine Senior Director di RINA, gruppo multinazionale di ispezione, certificazione e consulenza ingegneristica) ha illustrato il processo di certificazione e le performance di riduzione ambientale rispetto a una unità analoga: -30% di anidride carbonica, – 81% di fumi (visible smoke), – 62% di polveri (soot), – 83% di gas inquinanti.

A conclusione dell’evento, la HSC Vittorio Morace, che durante la cerimonia di presentazione ha ormeggiato presso la stazione marittima di Trapani, è stata battezzata dalla madrina Annemarie Collart Morace con il consueto rito della bottiglia, prima di consentire l’accesso a bordo da parte di tutti gli ospiti per una visita guidata.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Decreto “svuota-carceri”, Pino Apprendi: “L’urlo dei detenuti, che la pena sia umana” CLICCA PER IL VIDEO

Con Pino Apprendi, garante dei detenuti del Comune di Palermo abbiamo analizzato e valutato in base all’esperienza delle carceri palermitane il Dl 92/2024, approvato dal Consiglio dei Ministri il 3 luglio 2024 in risposta all’emergenza carceraria.

BarSicilia

Bar Sicilia, Lagalla: “La ‘Santuzza’ offre a Palermo la motivazione per dare di più” CLICCA PER IL VIDEO

Il primo cittadino di Palermo ricorda l’importanza del 400° festino e al di là della valenza storica, coglie ancora una volta di più l’occasione e l’opportunità per motivare i palermitani ad essere persone e cittadini migliori.

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.