Condividi

A Palermo la seconda edizione di BAM: l’arte oltre ogni confine | VIDEO Interviste

martedì 5 Novembre 2019

Guarda le video interviste in alto 

La Biennale Arcipelago MediterraneoBAM, dopo il debutto del 2017, torna in un’edizione ancora più ricca e internazionale, con un’offerta culturale che spazierà in diversi ambiti coinvolgendo spazi dedicati all’arte, con un core program a cura della Fondazione Merz e European Alternatives.

Andrea Cusumano
Andrea Cusumano

La biennale, che aprirà i battenti il 6 novembre e si prolungherà fino all’8 dicembre, ha scelto come  tema della seconda edizione, come sottolinea nella video intervista Andrea Cusumano, direttore artistico, ÜberMauer, OltreUomo, neologismo che in realtà non esiste nella lingua tedesca ma che vuole sottolineare il superamento del muro, inteso come confine, come limite in generale.

BAM, festival di teatro, musica e arti visive è dedicato ai popoli e alle culture dei Paesi che si affacciano sul mare, incentrato sulle tematiche dell’accoglienza e del dialogo e, nel suo essere “evento diffuso“, all’insegna della contaminazione, coinvolgerà diverse sedi della città.

Sono 18 gli artisti internazionali portati dalla Fondazione Merz che hanno elaborato progetti site-specific tra cui Alfredo Jaar, Shilpa Gupta (con l’installazione che si vede nel video servizio), Damián Ortega, Claire Fontaine e Francesco Arena, che occuperanno una decina di spazi pubblici, non necessariamente legati al mondo dell’arte.

Loro stessi, poi, verranno affiancati dagli artisti locali che, per l’occasione, apriranno i loro studi per dibattiti e incontri.

Lorenzo Marsili
Lorenzo Marsili

European Alternatives e Transeuropa Festival, curato da Lorenzo Marsili, che ha portato il festival, per la prima volta in Italia, proprio a Palermo a riconoscimento dell’impegno della città sui temi dell’accoglienza e del dialogo, proporranno, tra i diversi appuntamenti, una mostra multimediale di Jonas Staal (al Teatro Garibaldi) e uno spettacolo di teatro sociale del drammaturgo tedesco Milo Rau, con il live-actIl Nuovo Vangelo“.

La manifestazione, prima biennale di arti nata a Palermo, vuole essere, e sembra esserlo dai presupposti, testimonianza di quanto seminato lo scorso anno, in cui la città è stata Capitale Italiana della Cultura, confermando il suo ruolo discriminante, socio-culturale, quale centro del Mediterraneo, sottolineando come l’arte sia strumento efficacissimo nel connettere luoghi e civiltà diverse nelle dimensioni di passato, presente e futuro, in prospettiva di un cambiamento graduale di visione collettiva.

 

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Il prefetto di Agrigento e Arpa: “Collaboriamo per garantire l’ordine delle discariche in Sicilia” CLICCA PER IL VIDEO

Una riunione operativa con lo scopo di chiarire quali sono gli eventuali interventi da suggerire alla Regione per agevolare la rimozione dei pericoli per l’ambiente

BarSicilia

Bar Sicilia a Torre del Faro (ME): “Ecco il Ponte che verrà” CLICCA PER IL VIDEO

Maurizio Scaglione e Giuseppe Bianca con Bar Sicilia sono a Torre del Faro dove, insieme al presidente dell’ordine degli architetti Giuseppe Falzea e un altro tecnico messinese, l’ingegnere Peppe Palamara, illustrano tutto quello che verrà per quanto riguarda la parte tecnica e le premesse logistiche sui luoghi nella vicenda che riguarda il ponte sullo Stretto…

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.