Condividi

Abusivismo: dopo la tragedia di Casteldaccia abbattute tre villette | VIDEO

martedì 15 Gennaio 2019

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

Ruspe in azione ad Altavilla Milicia per l’abbattimento di tre villette abusive costruite sulla foce del Fiume Milicia. Lo stesso che nella notte del 4 novembre scorso esondò travolgendo un’abitazione e uccidendo 9 persone. La casa nella quale allora si consumò la tragedia era abusiva e si trovava a pochi metri dalla riva, nel territorio del Comune di Casteldaccia. Eppure nonostante i proprietari dell’immobile fossero stati condannati per abusivismo nel 2010, mai nessuna amministrazione né aveva ordinato né eseguito la demolizione.

Opposto, invece, l’atteggiamento del sindaco del Comune di Altavilla Milicia, Giuseppe Virga, che nei suoi primi due anni di sindacatura ha già proceduto alla demolizione di 15 immobili, ai quali si vano ad aggiungere le villette di oggi. Queste sono state realizzate sulla battigia, quindi in zona di inedificabilità assoluta.

Per tale motivo, dopo l’accertamento che ne aveva attestato l’irregolarità, gli uffici ne avevano ordinato la demolizione ai proprietari, che però non hanno eseguito. Così, come prevede la legge, le villette sono state acquisite al patrimonio comunale e non potendo essere riutilizzate ne è stata decisa la distruzione. Una delle tre è di tre piani. La demolizione è stata affidata, dopo una gara, a una ditta privata.

“Continua l’impegno dell’amministrazione comunale volto alla affermazione, con azioni concrete, della legalità e della giustizia”, ha detto Virga. “Alle motivazioni che mi avevano inizialmente spinto all’avvio del programma di demolizione degli immobili abusivi – ha aggiunto – principalmente incentrate sul recupero della bellezza del nostro territorio e sul rilancio, a medio termine, di economia ecosostenibile, dopo i tragici eventi di Casteldaccia se ne sono aggiunte ulteriori volte alla salvaguardia dell’incolumità e della sicurezza dei cittadini. Le demolizioni – ha concluso – proseguiranno nei prossimi tre anni, fino alla scadenza del mio mandato. Confido di recuperare ampie porzioni del nostro splendido territorio”.

 

LEGGI ANCHE:

Fiume Milicia: rischio segnalato nel 2015, ma la manutenzione non fu realizzata

Casteldaccia: 5,5 milioni perduti nel 2007 per la messa in sicurezza del fiume

Folla e applausi in cattedrale a Palermo per le vittime di Casteldaccia | VIDEO

Strage per il maltempo, Musumeci: “Chi mi parla di condoni lo prendo a calci”

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Francesco Zavatteri: “Giovani fuorviati dal crack, crea una barriera insormontabile” CLICCA PER IL VIDEO

L’intervista de ilSicilia.it a Franco Zavatteri, padre di Giulio, giovane artista palermitano, ucciso da un’overdose di crack all’età di 19 anni il 15 settembre 2022. Il ricordo del figlio, l’impegno quotidiano per sensibilizzare sul tema delle droghe nelle scuole, l’importanza di strutture sul territorio come la “Casa di Giulio” e il centro di pronta accoglienza…

BarSicilia

Bar Sicilia, Di Sarcina e la rivoluzione dei porti del mare di Sicilia Orientale CLICCA PER IL VIDEO

Dal Prg del porto di Catania ai containers ad Augusta, passando per lo sviluppo di Pozzallo e l’ingresso di Siracusa nell’AP, il presidente Di Sarcina spiega obiettivi e progetti

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.