Condividi

Agenti in borghese e auto civetta, via al piano del Comune contro le lucciole nelle strade del sesso

martedì 23 Gennaio 2018
ordinanza palermo

PALERMO. Guerra aperta alle lucciole. Il Comune di Palermo sarebbe stato “strigliato” dal Prefetto Antonella De Miro e il sindaco Leoluca Orlando costretto ad “alzare la voce” ordinando al nuovo comandante della polizia municipale di effettuare dei controlli mirati al Parco della Favorita, da sempre terreno prediletto per le prostitute della città.

Ma non solo: da ieri (22 gennaio) al prossimo 4 febbraio i caschi bianchi presidieranno anche il quadrilatero della Marina, tra via Crispi–Foro italico–via Lincoln–via Roma; più la via Libertà e in viale Regione nel tratto compreso tra via Basile e corso Calatafimi, fino al parcheggio Basile. Saranno impegnati agenti in borghese, “in abiti civili e auto civetta”.

Meglio tardi che mai. Finalmente il sindaco Orlando si è svegliato dal suo lungo sonno e ha dato disposizioni alla polizia municipale di fare accurati controlli per contrastare la prostituzione”. Lo afferma Sabrina Figuccia, consigliere comunale dell’Udc, che prosegue: “Diceva qualcuno che a pensar male si fa peccato ma spesso s’indovina. E così, nei corridoi dei palazzi comunali, si sussurra che, nel corso di una tempestosa riunione in Prefettura, Orlando sia stato duramente redarguito dal prefetto e da qui sia nata l’ordinanza trasmessa al neo comandante dei vigili urbani Gabriele Marchese, che ha già ordinato ai suoi di pattugliare sia il Parco della Favorita che tutte le strade, soprattutto del centro storico, che tradizionalmente ospitano il tristissimo spettacolo della prostituzione. E’ da tempo, troppo tempo, che tutti sanno quello che avviene sotto i nostri occhi, ma nessuno finora ha potuto, o voluto, fare qualcosa di concreto. Adesso, quest’ennesima iniziativa di Orlando, che mi auguro non resti l’ennesimo proclama ai quattro venti, una prassi alla quale il sindaco ci ha ormai abituato. Contrastare la prostituzione significa soprattutto liberare le tantissime vittime, creare delle regole certe, come avviene in molti altri paesi civili, facendo in modo di eliminare un sistema di criminalità, che prospera da sempre alla luce del sole. E’ arrivato il momento di dire finalmente basta”.

Dopo questi 15 giorni di monitoraggio e “guerra” alle lucciole, i vigili dovranno riportare gli esiti dei controlli notturni.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Catania, truffa sui carburanti: 13 indagati e sequestro beni da 25 milioni CLICCA PER IL VIDEO

I sequestri sono stati eseguiti nelle province di Catania, Palermo, Enna, Catanzaro e Reggio Calabria. L’indagine, condotta dalle unità dei gruppi Tutela finanza pubblica del nucleo Pef della Guardia di finanza di Catania e Operativo regionale antifrode dell’Adm ha riguardato due distinti gruppi.

BarSicilia

Influenza, Covid e nuovi virus: a Bar Sicilia tutti i consigli dei professori Corrao e Vitale CLICCA PER IL VIDEO

Tra i professori inseriti nella World’s Top 2% Scientist, la graduatoria planetaria delle scienziate e degli scienziati con livello più elevato di produttività elaborata dalla Stanford University, ci sono anche Salvatore Corrao, Professore di Medicina Interna dell’Università di Palermo e Capo Dipartimento di Medicina Clinica dell’Arnas-Civico di Palermo e Francesco Vitale, Professore ordinario di Igiene…

La Buona Salute

La Buona Salute 60° puntata: Re.O.S. – Rete Oncologica Siciliana

La 60^ puntata de La Buona Salute è dedicata al progetto REOS, la rete oncologica siciliana, una realtà ormai concreta e una eccellenza siciliana per le patologie tumorali

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.