Condividi

Archeologia industriale: alla scoperta delle Antiche Fornaci Maiorana | VIDEO SERVIZIO

martedì 22 Gennaio 2019

Guarda il video servizio in alto

Si chiama tecnicamente archeologia industriale la sezione specifica che, con metodo interdisciplinare, rintraccia sul piano nazionale tutte le testimonianze che hanno riguardato il processo d’industrializzazione dalla seconda metà del Settecento ai giorni nostri.

Fornaci MaioranaA Palermo i luoghi storici recuperati che a pieno titolo rientrano in questa categoria negli ultimi anni stanno aumentando, dall’ex deposito locomotive di Sant’Erasmo, ai Cantieri Culturali alla Zisa, alla centrale elettrica di Piazza Diodoro Siculo, a testimonianza della riscoperta attenzione della storia e della cultura della nostra Isola.

A tal proposito vogliamo condurvi all’interno di uno dei più recenti siti, in termini di recupero, di archeologia industriale, le Antiche Fornaci Maiorana, situate alle falde di Monte Pellegrino, nei pressi del quartiere Acquasanta e della monumentale Villa Belmonte.

Complesso preindustriale costruito da due fornaci per la produzione di calce viva e da un frantoio per la produzione di inerti, oggi le Fornaci Maiorana, in un’atmosfera unica, conservano decenni di memorie e aneddoti ai quali, grazie agli eredi della famiglia, si può accedere.

Realizzate nel 1945 dalla famiglia Maiorana nell’area denominata Feudo Barca, all’epoca proprietà del principe di Belmonte, l’impianto sorgeva su un’area di circa 3.000 metri, sopra una pirriera, ovvero una cava di calcarenite dalla quale fin dal ‘700 veniva tratto il materiale da costruzione.

Fornaci Maiorana

In attività fino al 1968, negli ultimi anni grazie all’assertività di Salvatore Maiorana, coadiuvato dai suoi familiari, le Fornaci Maiorana continuano a vivere con attività culturali e interdisciplinari che permettono al pubblico di scoprire una delle attività produttive più antiche di Palermo.

Oltre, infatti, a poter ammirare il sito in sé, fino al 30 maggio è possibile visitare anche una mostra itinerante “Percorsi del patrimonio industriale in Italia“, già realizzata a Terni in occasione del decennale dell’AIPAI (Associazione Italiana per il Patrimonio Archelogico Industriale) a cura di Roberto Parisi e Manuel Ramello, e incrementata dall’AIPAI-Sicilia con nuovi pannelli, realizzati in collaborazione con l’Ente Parco Minerario Floristella-Grottacalda di Enna, a cura di Maria Carcasio e Salvatore Di Vita.

 

SCORRI LE FOTO IN BASSO

 

 

 

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Il prefetto di Agrigento e Arpa: “Collaboriamo per garantire l’ordine delle discariche in Sicilia” CLICCA PER IL VIDEO

Una riunione operativa con lo scopo di chiarire quali sono gli eventuali interventi da suggerire alla Regione per agevolare la rimozione dei pericoli per l’ambiente

BarSicilia

Lombardo a Bar Sicilia: “Autonomia sfida da cogliere, con la Lega patto federativo” CLICCA PER IL VIDEO

Dall’autonomia differenziata ai precari equilibri tra partiti. Ospite della puntata di Bar Sicilia è l’ex presidente della Regione Raffaele Lombardo, fondatore e leader del Movimento per le autonomie

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.