Condividi

Bagheria, tre nuovi casi positivi al Coronavirus

lunedì 23 Marzo 2020

Ci sono tre nuovi casi di cittadini bagheresi positivi al coronavirus. A dichiararlo è  il sindaco di Bagheria, Filippo Maria Tripoli, durante una diretta facebook.

Si tratta di due uomini ed un bambino di 18 mesi. Salgono così a 6 i casi di cittadini bagheresi positivi al coronavirus, compreso il paziente che era in cura presso il dipartimento del Rizzoli di Bagheria.

A parte il piccolo di 18 mesi, gli altri due casi, un uomo sui 45 anni e l’altro ultrasettantenne, apparterrebbero tutti allo stesso ceppo dei primi due bagheresi già riscontrati positivi al virus.

Ci fa ben sperare il fatto che escluso il bambino, gli altri casi sembrerebbero riconducibili allo stesso focolaio, quindi con un origine unica ” dice il sindaco di Bagheria.

Le condizioni di salute del piccolo, ricoverato all’ospedale Di Cristina di Palermo, sarebbero buone ed è tenuto sotto controllo in ospedale.

Il sindaco, augurando soprattutto alla famiglia del bambino una pronta guarigione, vicinanza e affetto alla famiglia, così come agli altri ammalati, nel corso della diretta ha ribadito che “sono state intraprese tutte le dovute azioni previste dal protocollo, messi in isolamento le persone a contatto e che l’Ente sta lavorando in stretta sinergia con l’azienda sanitaria provinciale. Riducete al massimo le uscite, solo per le necessità urgenti.”

Il sindaco ha anche ribadito che l’impegno del Comune, delle Forze dell’Ordine, dei medici, e aggiunge: “stiamo pensando di accelerare l’istituzione dell’osservatorio breve, domani andremo a vedere un locale, lo faremo anche grazie all’aiuto di alcuni medici di base che ci hanno dato la loro collaborazione, una struttura per le attività di osservazione per quei possibili casi di cittadini che potrebbero essere colpiti da coronavirus“.

Stare a casa è una delle armi che abbiamo, dobbiamo rimanere a casa, so che ci sono cittadini che vivono grosse difficoltà ma non c’è alternativa. Per questa fascia sociale io ho sollecitato l’intervento del Governo nazionale e regionale – dice il sindaco che sottolinea che – oggi Bagheria ha dato un buon esempio, per le strade non c’era nessuno. E’ vero che tutti i negozi erano chiusi ma sono certo che domani, nonostante i negozi aperti i cittadini rispetteranno le norme di contenimento del virus“.

Il sindaco ha terminato riepilogando le ordinanze sindacali, regionali e ha accennato al nuovo decreto emanato oggi dal presidente del Consiglio che “non cambia moltissimo rispetto alla situazione bagherese” dice Tripoli e ancora o a quello del Ministero della Salute e dell’interno sugli spostamenti vietati tra Comuni se non per indifferibili ed urgenti necessità.

Infine ha ricordato che  i servizi di prossimità dedicati ad ammalati ed anziani e a tal proposito ha ringraziato la Caritas cittadina.

Stiamo mettendo in campo tutte le forze e gli strumenti possibili che abbiamo – conclude il sindaco – riteniamo con l’ASP che a Bagheria debba esserci un centro per fare i tamponi e lo stiamo sollecitando alla Regione, per eliminare perdite di affinché un cittadino possa fare un tampone”.

Si ricorda che sul sito del Comune è disponibile una specifica sezione informativa sull’emergenza coronavirus dove sono disponibili tutte le informazioni necessarie.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

“Sicilia ad Assisi”, l’evento che unisce la Regione e la Chiesa per offrire l’olio sulla tomba di San Francesco CLICCA PER IL VIDEO

La Sicilia è stata scelta per offrire l’olio che alimenta la lampada votiva che arde giorno e notte ad Assisi, sulla tomba di San Francesco, patrono d’Italia. Si è svolta proprio questa mattina a Palazzo d’Orléans, a Palermo, l’incontro con il presidente della Regione Siciliana Renato Schifani e il sindaco di Palermo Roberto Lagalla.

BarSicilia

Bar Sicilia, Caruso: “La coalizione gode di ottima salute, al lavoro per gestire le criticità dell’Isola” CLICCA PER IL VIDEO

Ospite della puntata di oggi è Marcello Caruso, segretario regionale di Forza Italia e componente della segreteria nazionale

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.