Condividi

Caro-bollette, Bolognari al G20 Spiagge: “Rischio chiusura anticipata della stagione”

lunedì 5 Settembre 2022
Mario Bolognari

“La prima vera stagione di ripresa economica, che anche a Taormina sta registrando numeri da record sulle presenze turistiche, rischia seriamente di venire vanificata dal caro bollette. Occorrono interventi urgenti a sostegno di tanti imprenditori che contavano su questa estate per il rilancio delle loro attività, dopo aver dovuto affrontare anni estremamente difficili a causa della pandemia”. Il grido d’allarme è del sindaco di Taormina, Mario Bolognari, componente della cabina di regia del G20Spiagge.

L’associazione dei principali comuni balneari del Paese ha chiesto al Governo interventi immediati con una lettera indirizzata al presidente del Consiglio Mario Draghi, sollecitando anche una presa di posizione da parte di tutti i partiti impegnati in campagna elettorale. Il problema riguarda anche le spese per i servizi sostenute dagli enti locali.

“Per l’ultimo trimestre – aggiunge il sindaco Bolognari – Il Comune di Taormina ha ricevuto una richiesta di pagamento di fornitura di energia elettrica per un totale di 590mila euro. Se le imprese e le famiglie stanno subendo una stangata senza precedenti, i comuni così procedendo andranno tutti in grave sofferenza. Senza un intervento dello Stato il risultato potrebbe essere che imprese e famiglie pagheranno questi aumenti anche sotto varie forme di tariffe e tasse. Quando abbiamo fatto il bilancio avevamo previsto un aumento dei costi energetici, ma non di queste proporzioni”, conclude il sindaco di Taormina.

Secondo Roberta Nesto, coordinatrice del G20Spiagge e sindaca di Cavallino Treporti, “la situazione è particolarmente grave per tutte le aziende che operano nel turismo balneare e che vedono diminuire consistentemente gli utili dopo il pagamento di bollette raddoppiate o triplicate rispetto all’inizio stagione. E che dire delle casse dei nostri comuni? L’aumento del gettito della tassa di soggiorno non recupera di certo, se non in minima parte, l’aumento delle spese delle nostre amministrazioni: così rischiamo di dover tagliare i servizi ai cittadini”.

Per i sindaci del G20Spiagge, il Governo è l’unico soggetto in grado di far fronte a questa autentica emergenza. “Pur in questa situazione elettorale – affermano i sindaci – la possibilità di istituire un fondo per calmierare i costi energetici sembra possibile: è chiaro che interventi strutturali sulle politiche energetiche avranno il primo posto nelle preoccupazioni del governo che uscirà dopo le elezioni del 25 settembre. Ma, proprio per questo, poniamo l’attenzione sulla gravità della situazione economica oggi: se non ci sono interventi decisi ed immediati attraverso un fondo di sostegno, noi ci troveremo con gli operatori turistici che chiuderanno prima, che rinunceranno all’allungamento della stagione estiva provocando una fin troppo evidente ricaduta sull’occupazione, sulla economia di intere comunità turistiche e, ovviamente, ricadranno anche sui bilanci dei nostri comuni. Una rovinosa caduta dopo una delle stagioni più positive da sempre. Così mancheranno nuovi investimenti in questo importante comparto economico che verranno assorbiti dagli enormi guadagni delle compagnie energetiche: un vero peccato – concludono i sindaci del G20Spiagge – e, forse, una vera ingiustizia”.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Catania, truffa sui carburanti: 13 indagati e sequestro beni da 25 milioni CLICCA PER IL VIDEO

I sequestri sono stati eseguiti nelle province di Catania, Palermo, Enna, Catanzaro e Reggio Calabria. L’indagine, condotta dalle unità dei gruppi Tutela finanza pubblica del nucleo Pef della Guardia di finanza di Catania e Operativo regionale antifrode dell’Adm ha riguardato due distinti gruppi.

BarSicilia

Influenza, Covid e nuovi virus: a Bar Sicilia tutti i consigli dei professori Corrao e Vitale CLICCA PER IL VIDEO

Tra i professori inseriti nella World’s Top 2% Scientist, la graduatoria planetaria delle scienziate e degli scienziati con livello più elevato di produttività elaborata dalla Stanford University, ci sono anche Salvatore Corrao, Professore di Medicina Interna dell’Università di Palermo e Capo Dipartimento di Medicina Clinica dell’Arnas-Civico di Palermo e Francesco Vitale, Professore ordinario di Igiene…

La Buona Salute

La Buona Salute 60° puntata: Re.O.S. – Rete Oncologica Siciliana

La 60^ puntata de La Buona Salute è dedicata al progetto REOS, la rete oncologica siciliana, una realtà ormai concreta e una eccellenza siciliana per le patologie tumorali

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.