Condividi
L'istanza

Concorso Ripam, candidata accusa malore e viene esclusa: il Tar la riammette al concorso con riserva

mercoledì 29 Maggio 2024
foto d'archivio

Una candidata accusa un malore e chiede il differimento della prova orale. La commissione la esclude dal concorso, ma il Presidente del Tar Lazio accoglie la richiesta cautelare ai fini della partecipazione con riserva della ricorrente alla prova orale.

Nel 2023 la Commissione Ripam bandiva un concorso pubblico, per titoli ed esami, per il reclutamento tra gli altri di 413 funzionari della professionalità di servizio sociale da assegnare al Dipartimento per la giustizia minorile e di comunità.

La donna, originaria di San Giuseppe Jato, nel palermitano, essendo in possesso dei requisiti di partecipazione previsti dal bando, presentava la propria ed a seguito dello svolgimento della prima prova scritta figurava tra i candidati ammessi ad espletare la seconda prova orale. Tuttavia, successivamente alla pubblicazione del calendario delle prove orali, accusava un grave malore che la avrebbe costretta a non potersi presentare per l’espletamento della propria prova orale, fissata per la data del 14 maggio 2024.

Così, con apposita istanza, chiedeva alla Commissione d’esame Ripam il differimento della propria prova orale sino all’ultimo giorno utile fissato per espletamento delle prove orali degli altri candidati, ovvero il 19 giugno 2024. La Commissione Ripam respingeva l’istanza di differimento della prova orale in ragione di alcune disposizioni del bando secondo cui “l’assenza dalla sede di svolgimento della prova nella data e nell’ora stabilita, per qualsiasi causa, ancorché dovuta a forza maggiore, comporta l’esclusione dal concorso”.

tar lazioConseguentemente, a fronte di tale diniego e ritenendo lesive alcune disposizione del bando di concorso, la candidata, con il patrocinio degli avvocati Girolamo Rubino e Massimiliano Valenza impugnava innanzi al Tar-Lazio sia il provvedimento di rigetto della richiesta di differimento della prova orale, che il bando di concorso.

Adesso, con decreto del 28 maggio, il Presidente del Tar Lazio ha accolto l’istanza di misura cautelare monocratica presentata dalla ricorrente ed ha disposto la partecipazione con riserva della ricorrente alla prova orale entro una data già calendarizzata.

Pertanto, per l’effetto dell’accoglimento della misura cautelare presentata dagli avvocati Rubino e Valenza nell’interesse della propria assistita, la candidata, essendo stata riammessa alla procedura concorsuale, potrà espletare la propria prova orale prima della conclusione del concorso.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

“Sicilia ad Assisi”, l’evento che unisce la Regione e la Chiesa per offrire l’olio sulla tomba di San Francesco CLICCA PER IL VIDEO

La Sicilia è stata scelta per offrire l’olio che alimenta la lampada votiva che arde giorno e notte ad Assisi, sulla tomba di San Francesco, patrono d’Italia. Si è svolta proprio questa mattina a Palazzo d’Orléans, a Palermo, l’incontro con il presidente della Regione Siciliana Renato Schifani e il sindaco di Palermo Roberto Lagalla.

BarSicilia

Bar Sicilia, Giovanni Arena Cavaliere del lavoro: una storia siciliana

Una storia siciliana. Di quelle importanti. Per la semplicità con cui partono e il traguardo che raggiungono, ma soprattutto per il modo in cui avvengono.

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.