Condividi
Le dichiarazioni

Consorzio di Bonifica 2 Palermo, lo stato di agitazione dei dipendenti: “Ritardi negli stipendi e disservizi”

lunedì 16 Ottobre 2023

Proclamato lo stato di agitazione dei lavoratori dipendenti del Consorzio di Bonifica 2 Palermo. Oggi si è svolto un presidio presso la sede centrale del Consorzio, in via Lullo, trasformato ben presto in assemblea permanente.

E per domani i sindacati Flai Cgil, Fai Cisl e Filbi Uil aspettano la convocazione da parte del commissario straordinario, Baldassare Giarraputo, alla luce dell’approvazione del bilancio da parte degli assessorati all’Economia e all’Agricoltura.

I lavoratori protestano per il ritardo nel pagamento dei salari – sono ancora in attesa di quello di settembre – e per la mancata proroga delle giornate di lavoro agli stagionali, “che rischia – spiegano Flai, Fai e Filbi – di pregiudicare la continuazione della campagna irrigua per colpa della grave situazione economica in cui versano tutti i consorzi, e in particolare quello di Palermo, a causa dei ritardi nell’approvazione del bilancio preventivo 2023“.

In più, i sindacati denunciano criticità nella la copertura delle spese per il personale, che oggi risulterebbe sufficiente soltanto per i pagamenti degli stipendi fino a ottobre, lasciando scoperti i mesi di novembre, dicembre e tredicesima mensilità.

Oggi in un incontro con il direttore generale, Giovanni Tomasino, i sindacati hanno espresso le loro preoccupazioni e ricevuto delle risposte sull’intenzione di prolungare il rapporto di lavoro agli stagionali e sul pagamento degli stipendi.

Ma lo stato di disagio economico e sociale denunciato oggi in assemblea dai lavoratori, che non riescono ad arrivare a fine mese né a far fronte al caro vita, è alto.

Il tutto è aggravato – dichiarano segretari generali di Flai Cgil, Fai Cisl e Uilbi Uil Dario Fazzese, Franco Nuccio e Gerlando Inzerillo –  dall’incertezza del futuro a causa di una riforma del settore più volte soltanto annunciata. Ad oggi mancano le garanzie future per tutti i dipendenti. In questa grave situazione, son già fin troppe le disfunzioni e disservizi creati agli agricoltori che, a causa del personale insufficiente, non ottengono la garanzia di una regolare distribuzione idrica alle aziende del territorio“.

Una “miscela esplosiva” che, avvisano i sindacati di categoria, rischia di sfociare in iniziative di protesta spontanee.

Ai fini di puntare i riflettori sulla grave situazione dei lavoratori del Consorzio 2 Palermo – aggiungono Fazzese, Nuccio e Inzerillo – i sindacati hanno deciso oggi di proclamare lo stato di agitazione di tutto il personale, preannunciando il rischio di possibili interruzioni del servizio di distribuzione irrigua se non arriveranno risposte. Chiediamo a ogni istituzione politica di farsi parte attiva per risolvere in maniera positiva i problemi evidenziati“.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Decreto “svuota-carceri”, Pino Apprendi: “L’urlo dei detenuti, che la pena sia umana” CLICCA PER IL VIDEO

Con Pino Apprendi, garante dei detenuti del Comune di Palermo abbiamo analizzato e valutato in base all’esperienza delle carceri palermitane il Dl 92/2024, approvato dal Consiglio dei Ministri il 3 luglio 2024 in risposta all’emergenza carceraria.

BarSicilia

Bar Sicilia, Lagalla: “La ‘Santuzza’ offre a Palermo la motivazione per dare di più” CLICCA PER IL VIDEO

Il primo cittadino di Palermo ricorda l’importanza del 400° festino e al di là della valenza storica, coglie ancora una volta di più l’occasione e l’opportunità per motivare i palermitani ad essere persone e cittadini migliori.

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.