Condividi

Coronavirus, la crisi colpisce lo sport dilettantistico: “3000 società rischiano di sparire”

sabato 4 Aprile 2020

Lo sport dilettantistico è messo alla strette dall’emergenza coronavirus. Un mondo “operaio”, in cui non si gioca per i soldi ma per la gloria.

Con il campionato e gli allenamenti sospesi, le società devono comunque pagare gli impianti ed altre spese correnti. Questo è l’allarme lanciato dal presidente del Palermo Calcio a 5 Salvo Messeri. Il numero 1 del team di futsal palermitano parla della situazione delle ASD siciliane e non.

LE PAROLE DEL PRESIDENTE SALVO MESSERI

Salvo Messeri, presidente Palermo Calcio a 5
Salvo Messeri, presidente Palermo Calcio a 5

Un aspetto che né il Coni né la LND hanno probabilmente preso in considerazione è il caso di quelle società che, come la nostra, hanno in gestione degli impianti sportivi. Cercherò di essere il più chiaro possibile. Le squadre che si allenano in campi che non sono di proprietà delle società si limitano a pagare queste strutture private“.

In questo momento di profonda crisi legata all’emergenza Coronavirus – prosegue Messeri – le società che non gestiscono un impianto, a seguito della sospensione degli allenamenti in linea con le direttive del governo e della Lega Nazionale Dilettanti, non devono porsi al momento il problema degli affitti“.

Come è logico intuire, invece, è diametralmente opposto il caso di quelle società che, come il Palermo Calcio a 5, gestiscono un impianto sportivo. Una struttura chiusa – prosege il numero uno del club rosanero – ha dei costi non indifferenti. Lo stop dei campionati, infatti, non coincide con uno stop degli affitti da pagare ai privati“.

Le società come l’ASD Palermo Calcio a 5, allo stato attuale delle cose, sono comunque costrette a pagare gli emolumenti dovuti.

Rivolgo dunque un appello ai presidenti Sandro Morgana e Santino Lo Presti della Lega Nazionale Dilettanti. Le società dilettantistiche di futsal che gestiscono un impianto devono essere maggiormente tutelate e prese in considerazione viste le lapalissiane difficoltà economiche che, specie in questo periodo, sono chiamate a fronteggiare“.

Una cosa è certa. Se non si dovessero adottare dei provvedimenti – chiosa Messeri – rischierebbero di scomparire oltre 3000 squadre dilettantistiche, quadro molto più drammatico di quello ipotizzato inizialmente“.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Catania, truffa sui carburanti: 13 indagati e sequestro beni da 25 milioni CLICCA PER IL VIDEO

I sequestri sono stati eseguiti nelle province di Catania, Palermo, Enna, Catanzaro e Reggio Calabria. L’indagine, condotta dalle unità dei gruppi Tutela finanza pubblica del nucleo Pef della Guardia di finanza di Catania e Operativo regionale antifrode dell’Adm ha riguardato due distinti gruppi.

BarSicilia

Influenza, Covid e nuovi virus: a Bar Sicilia tutti i consigli dei professori Corrao e Vitale CLICCA PER IL VIDEO

Tra i professori inseriti nella World’s Top 2% Scientist, la graduatoria planetaria delle scienziate e degli scienziati con livello più elevato di produttività elaborata dalla Stanford University, ci sono anche Salvatore Corrao, Professore di Medicina Interna dell’Università di Palermo e Capo Dipartimento di Medicina Clinica dell’Arnas-Civico di Palermo e Francesco Vitale, Professore ordinario di Igiene…

La Buona Salute

La Buona Salute 60° puntata: Re.O.S. – Rete Oncologica Siciliana

La 60^ puntata de La Buona Salute è dedicata al progetto REOS, la rete oncologica siciliana, una realtà ormai concreta e una eccellenza siciliana per le patologie tumorali

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.