Condividi

Covid: alla Fiera di Palermo tamponi e vaccini per comunità ucraina CLICCA PER LE FOTO

mercoledì 16 Marzo 2022

GUARDA LE FOTO IN ALTO

Primi vaccini e tamponi alla comunità ucraina alla Fiera del Mediterraneo di Palermo. Da un paio di giorni adulti, ragazzi e bambini in fuga dalla guerra stanno arrivando all’hub per eseguire il test rapido per la rilevazione del Coronavirus o ricevere una dose di vaccino. Stessa attività che, dalla scorsa settimana, si sta svolgendo all’aeroporto internazionale Falcone Borsellino di Palermo.

Tra i cittadini ucraini giunti all’hub in queste ore, due sorelle di Kyiv. Si chiamano Tatiana e Yulia, 37 e 40 anni, in Italia con i loro quattro figli. Le ospita Yana, che vive in Sicilia da più di dieci anni, cresciuta insieme a Yulia, la sua amica di sempre. “Adesso siamo in dieci a casa mia, è arrivata anche mia mamma – racconta, accompagnandole in Fiera -. Hanno impiegato due giorni per arrivare, passando per l’Ungheria, tra la minaccia delle bombe e una fila chilometrica. Averle qui mi rende più tranquilla, ma loro sono distrutte. Il marito di Yulia è rimasto in Ucraina a combattere. Abbiamo saputo che due suoi compagni sono morti: è veramente dura”.

Yulia mostra una foto del marito in mimetica, con un accenno di sorriso orgoglioso e un’angoscia palpabile che non passa. Tatiana ha un nastro legato allo zaino, con i colori gialloblu della bandiera ucraina. Negli uffici del back office del padiglione 20 della Fiera è stato assegnato loro un codice Stp, necessario per i cittadini stranieri sprovvisti di tessera sanitaria: permetterà loro l’accesso ai servizi sanitari essenziali. Dopodiché hanno fatto il tampone al drive-in.

Sempre in mattinata si sono sottoposti a test rapido e vaccinati Sabid e Hasan, 25 e 24 anni, cittadini bengalesi residenti a Odessa. Sono ospiti di una cugina a Palermo. All’hub della Fiera hanno ricevuto la loro terza dose, dopo la convalida delle vaccinazioni precedenti effettuata dal personale amministrativo dell’hub.

A fare da mediatore culturale Giorgi Kutchava, che fa parte del team di assistenti sociali in servizio alla Fiera del Mediterraneo: non ha lasciato neanche per un momento Yulia, Tatiana, Sabid e Hasan, garantendo loro tutta l’assistenza linguistica necessaria e informandoli sui servizi di cui potranno beneficiare.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Il prefetto di Agrigento e Arpa: “Collaboriamo per garantire l’ordine delle discariche in Sicilia” CLICCA PER IL VIDEO

Una riunione operativa con lo scopo di chiarire quali sono gli eventuali interventi da suggerire alla Regione per agevolare la rimozione dei pericoli per l’ambiente

BarSicilia

Bar Sicilia a Torre del Faro (ME): “Ecco il Ponte che verrà” CLICCA PER IL VIDEO

Maurizio Scaglione e Giuseppe Bianca con Bar Sicilia sono a Torre del Faro dove, insieme al presidente dell’ordine degli architetti Giuseppe Falzea e un altro tecnico messinese, l’ingegnere Peppe Palamara, illustrano tutto quello che verrà per quanto riguarda la parte tecnica e le premesse logistiche sui luoghi nella vicenda che riguarda il ponte sullo Stretto…

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.