Condividi

Cultura e Turismo, dal Cipe 90 milioni per riqualificare il Centro storico di Palermo

mercoledì 28 Febbraio 2018
header_capitale_cultura

Il CIPE (Comitato interministeriale per la programmazione economica) ha stanziato 90 milioni di euro per la riqualificazione del Centro storico di Palermo. Oggi, infatti, il Governo ha approvato un piano di investimenti del valore di 740 milioni per rafforzare l’offerta culturale e potenziare i sistemi urbani e di promozione turistica in varie città d’Italia.

logo-pa-capitale-italiana-cultura-01-per-comunicatiIn tutto sono 59 interventi per la crescita dell’occupazione e dell’economia nazionale e per lo sviluppo dei territori in chiave sostenibile: 360 milioni per la riqualificazione urbana dei centri storici delle città di Cosenza, Napoli, Taranto e Palermo (90 milioni ciascuno); 32 milioni per il Grande progetto Ostia Antica sull’onda dei risultati positivi ottenuti a Pompei; 8 milioni per la realizzazione del Politecnico del Mare a Ostia; 20 milioni per la valorizzazione del litorale domizio; 10 milioni per il patrimonio culturale nella buffer zone di Pompei; 7 milioni per il consolidamento e l’adeguamento della Via dell’Amore alle Cinque Terre; 4 milioni per il restauro e la valorizzazione di Villa Correr Dolfin e il parco storico a Porcia (Pordenone); 4,4 milioni per il restauro e la valorizzazione di Palazzo Carignano a Torino; 1 milione per la riqualificazione della Casa Museo di Raffaello a Urbino in vista delle celebrazioni dei cinquecento anni dalla morte che si terranno nel 2020; 135 milioni a sostegno delle produzioni audiovisivo e dello spettacolo e delle imprese culturali e creative legate alla valorizzazione di personaggi e eventi che contribuiscono a promuovere l’immagine dell’Italia nel mondo, anche in occasione delle grandi celebrazioni nazionali; 55,7 milioni per il rafforzamento del Piano strategico del Turismo attraverso interventi a sostegno delle politiche per il turismo sostenibile a Roma, Firenze, Milano e Venezia per la riqualificazione delle destinazioni del Sud Italia, per finanziare il progetto Wi-Fi Italia che mette in rete le diverse reti WiFi pubbliche con un sistema di autenticazione unico e per finanziare il progetto Montagna Italia che punta alla riqualificazione dell’offerta.

Franceschini
Dario Franceschini, Foto StudioCamera

Interventi che completano la programmazione strategica portata avanti dal Mibact negli ultimi 4 anni attraverso diversi piani e programmi finanziati da fondi nazionali e comunitari. Un impegno rilevante che porta a 4,2 miliardi il valore degli oltre 1.500 cantieri della cultura in corso sull’intero territorio nazionale. “Il piano del Mibact approvato oggi dal Cipe – dichiara il ministro Dario Franceschini – sosterrà nuovi interventi di quel ‘cantiere cultura Italia’ avviato quattro anni fa per recuperare un colpevole ritardo nell’adempimento dell’articolo 9 della Costituzione che investe la Repubblica del compito di salvaguardare il patrimonio culturale e paesaggistico della nazione. Da un fondo di poco meno di 40 milioni per il recupero dei beni artistici, archeologici e monumentali si è passati a oltre 4 miliardi. Un segnale forte di quanto si sia investito in cultura e turismo in questi 4 anni”.

Assegnate risorse alla città di Palermo capitale italiana della cultura 2018 (FSC 2014-2020).

Orlando capitale cultura
Leoluca Orlando, Foto StudioCamera

“La delibera di oggi del CIPE che assegna a Palermo 90 milioni di euro per interventi nel centro storico cittadino – ha commentato il sindaco Leoluca Orlando è un grande segno di attenzione alle esigenze della nostra città ed allo stesso tempo una straordinaria opportunità per realizzare interventi importanti grazie al Fondo Europeo di Sviluppo e Coesione. Con queste risorse sarà possibile portare a compimenti interventi di manutenzione straordinaria del patrimonio culturale a partire dai grandi teatri, realizzare interventi di riqualificazione urbana lì dove è già previsto che aree fatiscenti siano destinate a verde pubblico, interventi infrastrutturali di recupero del patrimonio edilizio pubblico e privatoIl Comune avvierà quanto prima la necessaria interlocuzione col Governo nazionale perché si arrivi in breve tempo alla stipula di un Contratto Istitutuzionale per lo Sviluppo che coinvolga tutti gli enti interessati sul territorio e che diverrà lo strumento di governance e di accelerazione delle procedure di realizzazione degli interventi.”

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Il prefetto di Agrigento e Arpa: “Collaboriamo per garantire l’ordine delle discariche in Sicilia” CLICCA PER IL VIDEO

Una riunione operativa con lo scopo di chiarire quali sono gli eventuali interventi da suggerire alla Regione per agevolare la rimozione dei pericoli per l’ambiente

BarSicilia

Bar Sicilia a Torre del Faro (ME): “Ecco il Ponte che verrà” CLICCA PER IL VIDEO

Maurizio Scaglione e Giuseppe Bianca con Bar Sicilia sono a Torre del Faro dove, insieme al presidente dell’ordine degli architetti Giuseppe Falzea e un altro tecnico messinese, l’ingegnere Peppe Palamara, illustrano tutto quello che verrà per quanto riguarda la parte tecnica e le premesse logistiche sui luoghi nella vicenda che riguarda il ponte sullo Stretto…

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.