Condividi

Decreto reclutamento, bando per 2800 tecnici al Sud: 90% di candidati non idonei

venerdì 2 Luglio 2021

Il decreto reclutamento di funzionari nella Pubblica Amministrazione del Ministro Brunetta  dovrebbe inaugurare la nuova era dei concorsi: rapidi, efficienti e digitali, ma anche il rafforzamento delle capacità amministrative insieme al ricambio generazionale all’interno degli enti pubblici, coinvolgendo i giovani.

Se non fosse per il flop alle prove verificatesi nel corso della procedura concorsuale di selezione di 2.800 tecnici nelle amministrazioni pubbliche del Mezzogiorno, che prevede assunzioni a tempo determinato.

Raggiunti picchi del 90% di candidati risultati inidonei per ricoprire il ruolo di ” Funzionario esperto tecnico” con competenza in materia di supporto e progettazione tecnica, esecuzione di opere e interventi pubblici e gestione dei procedimenti legati alla loro realizzazione (1.412 unità).

Secondo i dati riportati de Il Sole 24 Ore, si evince la scarsa attrattività dei posti a concorso, che hanno visto una bassissima partecipazione e una percentuale ancora più bassa di giovani, molti dei quali inizialmente esclusi a causa della valutazione dei titoli: gli idonei sarebbero stati solo 1483, ovvero circa il 53% dei posti da coprire, la restante percentuale resta invece scoperta.

Una notizia allarmante quella di una blanda partecipazione che si è manifestata non solo alla prima tornata di prove, in cui era stata anche inferiore al 50% per alcune Regioni del Sud, ma anche alla seconda tornata. L’assunzione di 2800 tecnici al Sud rappresentava un’occasione importante per colmare il gap tra il Settentrione ed il Meridione, soltanto in Sicilia previsti 497 profili da ricoprire.

Si ricorda che il concorso per 2800 tecnici al Sud prevede assunzioni per i seguenti profili professionali:

-Funzionario esperto tecnico (Codice FT/COE) con competenza in materia di supporto e progettazione tecnica, esecuzione di opere e interventi pubblici e gestione dei procedimenti legati alla loro realizzazione – 1.412 unità;

-Funzionario esperto in gestione, rendicontazione e controllo (Codice FG/COE) con competenza in materia di supporto alla programmazione e pianificazione degli interventi, nonché alla gestione, al monitoraggio e al controllo degli stessi ivi compreso il supporto ai processi di rendicontazione richiesti dai diversi soggetti finanziatori, anche attraverso l’introduzione di sistemi gestionali più efficaci e flessibili tra le amministrazioni e i propri fornitori – 918 unità;

– Funzionario esperto in progettazione e animazione territoriale (Codice FP/COE) con competenza in ambito di supporto alla progettazione e gestione di percorsi di animazione e innovazione sociale fondati sulla raccolta dei fabbisogni del territorio e la
definizione e attuazione di progetti/servizi per la cittadinanza – 177 unità;

-Funzionario esperto amministrativo giuridico (Codice FA/COE) con competenza in ambito di supporto alla stesura ed espletamento delle procedure di gara ovvero degli avvisi pubblici nonché della successiva fase di stipula, esecuzione, attuazione, gestione,
verifica e controllo degli accordi negoziali derivanti – 169 unità;

-Funzionario esperto analista informatico (Codice FI/COE) con competenza in materia di analisi dei sistemi esistenti e definizione di elementi di progettazione di dati logici per i sistemi richiesti dai fabbisogni di digitalizzazione delle amministrazioni. Identificazione e progettazione di chiavi per i dati e definizione di cataloghi di dati. Definizione e realizzazione delle condizioni di interoperabilità per l’acquisizione e scambio di dati utili alle amministrazioni – 124 unità.

 

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Palermo, arriva il villaggio contadino e “sparisce” il Politeama: è questa la Capitale della Cultura? CLICCA PER IL VIDEO

Ma spieghiamo meglio. Provate a scendere da via Paternostro, angolo via Garzilli: davanti a voi vedrete un muro talmente alto di materiale accatastato, da non riuscire a distinguere più il Politeama

BarSicilia

Bar Sicilia, intervista esclusiva al Presidente dell’Ars Galvagno: “Cinque anni per cambiare la Sicilia” CLICCA PER IL VIDEO

Il protagonista della puntata speciale numero 216 di Bar Sicilia è Gaetano Galvagno. Il neo presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana ci ha accolti a Palazzo dei Normanni e, intervistato dal direttore Marianna Grillo e dall’editore Maurizio Scaglione, ha molto parlato di politica, di obiettivi e impegni comuni per il futuro della Sicilia. Galvagno ha risposto anche…

La Buona Salute

La Buona Salute 60° puntata: Re.O.S. – Rete Oncologica Siciliana

La 60^ puntata de La Buona Salute è dedicata al progetto REOS, la rete oncologica siciliana, una realtà ormai concreta e una eccellenza siciliana per le patologie tumorali

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.