Condividi

Definite le misure di sicurezza per il G7, domani il piano sanitario definitivo

mercoledì 17 Maggio 2017

Zona rossa, navigazione interdetta, chiusura delle scuole e perfino del cimitero, divieto di gettare la spazzatura e bagni in mare solo entro 50 metri dalla battigia. Sono state definite dalla prefettura di Messina le misure di sicurezza per la riunione del G7 a Taormina il 26 e 27 maggio prossimi. Dal 22 al 27 maggio saranno istituite un’Area ad accesso riservato e una Zona di massima sicurezza, alle quali potranno accedere, sono agenti e persone in possesso dell’apposito badge. La prima area ricopre praticamente tutta Taormina, la seconda coincide con la zona dove si svolgerà il vertice e saranno alloggiati i leader.

Nelle strade interessate dalla riunione, tra il 22 ed il 28 maggio, è vietato il trasporto di armi, munizioni, esplosivi e sostanze esplodenti, nonché di gas tossici. Dal 25 al 28 stop all’accensione di fuochi d’artificio a Castelmola, Giardini Naxos e Taormina. Dal 22 al 28 chiusa la funivia Taormina-Mazzarrò e dal 25 al 28, sbarrato il cancello del cimitero di Porta Pasquale e studenti a casa. Nei giorni 25 e 26 maggio non si potrà depositare l’immondizia di qualunque tipo all’interno della Zona di massima sicurezza. Misure di sicurezza anche in mare, dove sono state istituite la Zona di massima sicurezza, l’Area ad accesso controllato e l’Area di sorveglianza ed allarme. Nella prima, costituita dallo specchio acqueo immediatamente prospiciente il promontorio di Taormina, compreso tra l’Hotel San Pietro di Letojanni a nord e lo stabilimento balneare Lido Recanati Beach a Giardini Naxos a sud, sarà interdetta qualsiasi tipo di attività, venendo consentita esclusivamente la balneazione, purché ci si mantenga ad una distanza inferiore ai 50 metri dalla battigia.

Per lavori da eseguire per la messa in sicurezza della Tangenziale di Catania alcuni degli svincoli, a partire da domani, saranno temporaneamente chiusi. Lo rende noto l’Anas assieme al calendario degli interventi. Giovedì 18 maggio saranno chiuse alternativamente le quattro rampe, in ingresso e in uscita, dello svincolo “Zona Industriale Nord”. Venerdì 19 e sabato 20 saranno invece chiuse al traffico, sempre in maniera non consecutiva, le rampe dello svincolo di connessione con l’autostrada A19 “Palermo-Catania”, fatta eccezione per la rampa in direzione Palermo per i veicoli provenienti da Messina, sulla quale le lavorazioni sono state eseguite nei giorni precedenti. Inoltre, domani sera, dalle 20:30, sarà chiusa la rampa di immissione dalla A18dir “Diramazione di Catania” verso Siracusa, per lavori di pavimentazione.

L’assessore Baldo Gucciardi

Oltre alle misure di sicurezza, c’è grande attesa per il Piano sanitario definitivo per la manifestazione. Domani, alle 10, è prevista la la conferenza stampa di presentazione ella sede dell’assessorato alla Salute della Regione Siciliana, in piazza Ottavio Ziino 24, a PalermoA illustrare i servizi di assistenza predisposti nei giorni del vertice saranno l’assessore alla Salute, Baldo Gucciardi, ed il referente regionale sanitario del G7 di Taormina, Fabio Genco.“L’elisoccorso di Pantelleria resterà regolarmente in servizio anche durante i giorni del G7”, tuona Gucciardi smentendo un trasferimento temporaneo del mezzo di soccorso a Taormina nei giorni in cui si svolgerà il vertice. “L’elicottero di Pantelleria non sarà toccato, fermo restando, ovviamente, che l’emergenza-urgenza sanitaria a Taormina, per un evento di rilevanza mondiale, sarà garantita con servizi di valore ed efficienza assoluta”.

Intanto è prevista una simulazione delle sedute del G7 ad opera di alcuni studenti selezionati da venti scuole superiori italiane che si confronteranno un tema in agenda nel summit di Taormina. Si chiama ‘Young7‘, iniziativa del ministero dell’Istruzione con United network, ente italiano attivo in percorsi didattici di alta formazione. Si terrà a Catania dal 23 al 25 maggio, i giorni immediatamente precedenti al G7, e sarà inaugurato dalla ministra Valeria Fedeli e dal sindaco Enzo Bianco. I giovani “delegati” svolgeranno attività diplomatiche: terranno discorsi, prepareranno bozze di dichiarazioni, negozieranno con gli altri capi di stato, risolveranno questioni adottando regole di procedure standard proprie del dibattito formale in inglese. Ogni commissione redigerà un paper proponendo risposte a soluzioni ai diversi temi di respiro globale in agenda. Al termine verrà stilata una dichiarazione finale che sarà consegnato ai “grandi” leader, una scelta che vuole segnare simbolicamente un passaggio di consegne dalle generazioni future a quelle presenti.

Sicurezza, prevenzione e istruzione, quindi, ma non solo. Parte l’iniziativa “Olio per la pace”, promossa da Manfredi Barbera, e che sarà presentata proprio in occasione del G7: i clienti dei ristoranti e degli hotel di Taormina e del circuito Le Soste di Ulisse, riceveranno in omaggio una bottiglia. Obiettivo del progetto è quello di promuovere una cultura di pace e di integrazione, attraverso la distribuzione di un prodotto unico nel suo genere. “Un’idea che ci è venuta prima dell’Expo – ha spiegato Manfredi Barbera – non c’era migliore occasione per presentare l’olio come veicolo di integrazione”. 

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Palermo, Settecannoli e riqualificazione della Costa Sud: tra speranze, progetti, degrado e impegno civico CLICCA PER IL VIDEO

Nuova tappa del viaggio de ilSicilia.it tra i quartieri di Palermo alla rubrica “La città chiama…”. Questa volta è il turno di Settecannoli, nella seconda circoscrizione, in cui ricade il lungomare della Costa Sud di Palermo. L’intervista a Sergio Oliva.

BarSicilia

Bar Sicilia, Turano: “Trapani rivendichi l’orgoglio di esprimere i suoi rappresentanti” CLICCA PER IL VIDEO

L’assessore regionale all’Istruzione e alla Formazione professionale a tutto campo a Bar Sicilia

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.