Condividi

Depistaggio via D’Amelio, legale parte civile: “Scarantino era psicolabile”

martedì 17 Maggio 2022
Avv. Rosalba Di Gregorio
Avv. Rosalba Di Gregorio

“Il racconto di Vincenzo Scarantino cozzava palesemente con quella che era la prassi operativa di Cosa Nostra all’epoca. Non c’era bisogno di Spatuzza per capirlo. Scarantino come persona era assolutamente non presentabile perché psicolabile. C’era anche una perizia psichiatrica, ma non andava toccato e quindi non si poteva dire“.

Lo ha detto l’avvocato Rosalba Di Gregorio legale di parte civile di Gaetano Murana, Cosimo Vernengo, Giuseppe La Mattina (ex imputati falsamente accusati e poi scagionati e scarcerati) nella sua arringa nel processo sul depistaggio delle indagini della strage di via D’Amelio. Imputati del processo sono tre poliziotti Mario Bo, Fabrizio Mattei e Michele Ribaudo, ex appartenenti del gruppo “Falcone-Borsellino” della Squadra Mobile di Palermo, accusati di aver indotto, mediante minacce e pressioni, il falso pentito Vincenzo Scarantino a rendere false dichiarazioni per depistare le indagini sulla strage di via D’Amelio.

“Scarantino – continua l’avvocato Di Gregorio – fu congedato dal militare perché ritenuto dai medici neurolabile. A Scarantino venne diagnosticata una ‘Reattività nevrosiforme persistente in neurolabile’, era un soggetto che reagiva agli stimoli in maniera esagerata. I soggetti che lo gestivano e lo hanno valorizzato come fonte, lo sapevano. E se non lo sapevano lo hanno saputo durante l’esame quando in aula chiesi alla Corte di fare una perizia psichiatrica perché il soggetto in maniera evidente non dava segnali di linearità e di ragionamenti coerenti”.

La procura di Caltanissetta nella scorsa udienza ha chiesto la condanna a 11 anni e 10 mesi di Mario Bo e a 9 anni e 6 mesi ciascuno di Fabrizio Mattei e Michele Ribaudo.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Palermo, scuole, riscaldamenti e pulizia: dai minisindaci le segnalazioni alla II circoscrizione CLICCA PER IL VIDEO

Fotografare lo stato di salute delle scuole elementari della II circoscrizione di Palermo attraverso lo sguardo attento degli stessi alunni. E, allo stesso tempo, avvicinare i più piccoli alla politica, spiegando come funziona la macchina amministrativa.

BarSicilia

Bar Sicilia, Pagana e le sfide del suo assessorato. “Chiarezza su CTS, parchi, balneari e Arpa. FdI? In atto confronto costruttivo” CLICCA PER IL VIDEO

Elena Pagana, assessore regionale al Territorio e all’Ambiente, è l’ospite della puntata numero 225 di Bar Sicilia. Intervistata da Maurizio Scaglione e Marianna Grillo, Pagana ha parlato della Cts, del futuro dei Parchi siciliani, di Arpa, balneari e, in quanto dirigente di Fratelli d’Italia, ha fatto il punto sullo stato di salute del partito guidato…

La Buona Salute

La Buona Salute 62° puntata: Tecnologia Sanitaria

La 62^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’evoluzione tecnologica in ambito sanitario. Enormi vantaggi e miglioramento della vita per un nutrito numero di pazienti siciliani

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.