Condividi
Inaugurato il 20 marzo

ESCLUSIVO! Il Centro Emergenza Garibaldi Catania raccontato dai protagonisti CLICCA PER IL VIDEO

martedì 21 Marzo 2023

Super-tecnologico, antisismico, a basso consumo energetico e nel pieno centro di Catania.

E’ stato inaugurato ieri, 20 marzo, il nuovo Centro Emergenza dell’Arnas Garibaldi.

IlSicilia.it e SiciliaMedica.it non potevano mancare all’evento e, per voi lettori, abbiamo realizzato un servizio unico dove gli stessi protagonisti parlano della nuova struttura.

Nello specifico:

il Direttore generale Fabrizio De Nicola insieme al Dirigente Ingegnere presso il Settore Tecnico dell’Arnas Alfredo Amico. E ancora Santo Bonanno, Responsabile dl Pronto Soccorso insieme a Daniela Emanuela Di Stefano, Direttore UOC Anestesia e Rianimazione e Antonio Scavone, Direttore Dipartimento delle Scienze Radiologiche.

L’inaugurazione

Non potevano mancare il presidente della Regione Siciliana, Renato Schifani, accompagnato dal presidente dell’Ars Gaetano Galvagno e dall’Assessore regionale alla Salute, Giovanna Volo.

Ma neanche l’ex Assessore regionale alla Salute Ruggero Razza, a cui si deve parte di questo grande risultato.

Presenti anche vari assessori regionali, il Prefetto, il commissario straordinario del Comune ed altre autorità politiche, sanitarie, civili e militari.

Ai partecipanti è stata illustrata la struttura dopo la benedizione dell’arcivescovo emerito Salvatore Gristina.

Il Centro Emergenza

La struttura è costruita su quattro livelli, per complessivi 6.400 mq. Dispone di camera calda, sala angio-tac con schermatura a piombo, tre moderne e avanzate sale operatorie, un trauma center, una terapia intensiva con venti posti letto e una terapia semi-intensiva da dodici posti letto.

Inoltre, è l’unica struttura nel Sud Italia ad avere una zona di biocontenimento con 5 posti letto e un ingresso separato per pazienti con sospette malattie infettive.

In più ha un impianto solare termico per la produzione di acqua calda e di una copertura fotovoltaica sul tetto da 429 moduli, mentre altri 129 pannelli sono montati sulla tettoia del parcheggio.

CLICCA QUI PER LE SPECIFICHE COMPLETE

 I fondi

Il nuovo pronto soccorso è stato realizzato attraverso un appalto integrato per la progettazione definitiva ed esecutiva e la realizzazione dei lavori, con un finanziamento complessivo di circa 16 milioni di euro. I fondi sono così suddivisi:

  • 9,13 milioni dai fondi ex art. 71 Legge 448/98 (Programma di riqualificazione dell’assistenza sanitaria riguardante le città di Palermo e Catania);
  • 5,8 milioni dai fondi di bilancio dell’Azienda ospedaliera.

L’appalto è stato aggiudicato nel 2017 e la consegna definitiva dei lavori è avvenuta a marzo 2019. I lavori sono stati ultimati a marzo 2022. Il collaudo strutturale è avvenuto a luglio dello stesso anno mentre quello amministrativo è avvenuto a gennaio 2023.

Cosa riserva il futuro?

In programma c’è anche la realizzazione di un “secondo plesso”, collegato alla struttura appena inaugurata. Ospiterà 5 unità operative con alta intensità di cure e 6 sale operatorie.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

“Sicilia ad Assisi”, l’evento che unisce la Regione e la Chiesa per offrire l’olio sulla tomba di San Francesco CLICCA PER IL VIDEO

La Sicilia è stata scelta per offrire l’olio che alimenta la lampada votiva che arde giorno e notte ad Assisi, sulla tomba di San Francesco, patrono d’Italia. Si è svolta proprio questa mattina a Palazzo d’Orléans, a Palermo, l’incontro con il presidente della Regione Siciliana Renato Schifani e il sindaco di Palermo Roberto Lagalla.

BarSicilia

Bar Sicilia, Giovanni Arena Cavaliere del lavoro: una storia siciliana

Una storia siciliana. Di quelle importanti. Per la semplicità con cui partono e il traguardo che raggiungono, ma soprattutto per il modo in cui avvengono.

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.