Condividi

Gialli, Crime e Polizieschi

lunedì 14 Marzo 2022

Il genere Crime o Poliziesco (come preferirebbe leggere il mio editore), è da sempre uno dei più amati dal pubblico ed è  presente nei palinsesti della televisione italiana sin dai primi anni di trasmissione. Ad esser precisi, il Poliziesco fa parte della grande famiglia del genere Giallo – ma spesso la differenza è cosi sottile che distinguerli è  davvero complicato. Già dalla fine degli anni 50, del palinsesto della Rai  facevano parte alcuni sceneggiati tv,  trasmessi ancora in bianco e nero, i cui  personaggi e gli attori che li interpretavano, sono rimasti nella storia della tv italiana. “Le inchieste  del commissario Maigret”, tratto dai romanzi di George Simenon ed  interpretato dal magistrale Gino Cervi con la sua immancabile pipa e il “Tenente Sheridan” con Ubaldo Lay e il suo indimenticabile impermeabile, sono stati sceneggiati di grande popolarità. Una curiosità che forse non molti conoscono è che in “Maigret”, come delegato alla produzione, fu nominato l’allora sconosciuto Andrea Camilleri che contribuì con le sue scelte al successo dello sceneggiato. Negli anni 70/80 arrivarono sugli schermi degli altri telefilm cult per il genere crime: “Colombo” (con il mitico Peter Falk) , “L’Ispettore Derrick” (con Horst Tappert) , “Kojak” (l’affascinante Telly Savalas) , “Ellery Queen” ( Jim Hutton) , “La Signora in giallo” (la simpatica Angela Lansbury) . Alcune di queste serie hanno avuto una vita televisiva lunghissima come  “Colombo” – che è rimasto sugli schermi per quasi 30 anni – e “La  signora  in giallo” che va in onda ancora oggi.

La mia passione per il genere si è nel tempo alimentata,  affascinato dai film e telefilm di due famosi investigatori: Sherlock Holmes e Hercule Poirot – nati dalla fantasia dei grandi scrittori  Arthur Conan Doyle e Agatha Christie: cercare di svelare il mistero prima dell’investigatore di turno  era  una sfida continua, che sistematicamente perdevo.

L’arrivo delle tv commerciali e successivamente delle tv satellitari e delle piattaforme streaming, ha moltiplicato la produzione delle serie crime/poliziesche; è quasi impossibile citarle tutte e mi limiterò quindi a quelle che mi hanno appassionato e spesso anche emozionato.  La prima in ordine di tempo è “NYPD” (New York Police Department), andata in onda in Italia dal 1995. Dodici splendide stagioni e più di 250 episodi, trasmessi in prima serata che raccontano le vicende di alcuni agenti del Distretto di polizia di New York. La serie ha provocato qualche polemica  in quanto, andando in onda in prima serata negli Stati Uniti, era molto realistica e cruda nei contenuti e nei dialoghi, ma soprattutto conteneva scene di sesso ritenute poco opportune  a quegli orari. Un cast di bravi attori che ha reso la serie un gioiello del genere: due su tutti, Dennis Franz che interpreta il detective Sipowicz e David Caruso che ritroveremo tra i protagonisti di CSI: Miami .

In “Law & order” (1993), la cui ventunesima stagione è stata appena confermata, ogni episodio è costruito in maniera originale, in quanto mostra  due aspetti: quello investigativo, che si conclude con l’individuazione dei colpevoli e quello giudiziario  con gli avvocati che  cercano giustizia in tribunale.

Una delle serie che è nel mio cuore è “CSI” (Crime Scene Investigation, 2001);  innovativa nel genere crime,  narra dei casi nei quali viene coinvolta la scientifica di Las Vegas. Nel cast, uno dei personaggi preferiti: Gil Grissom, interpretato da William Petersen.  Entomologo geniale, colto, intuitivo, unisce  queste doti  a quelle dei componenti della squadra che lo collabora, riuscendo cosi a risolvere  casi complicatissimi. Storie avvincenti con episodi che sono un cult del genere crime, come quelli che vedono coinvolta Lady Heather – personaggio entrato nella serie come tenutaria di un club per adulti in cui avviene un omicidio .

Altra bella serie è  “Cold Case – Delitti irrisolti” (2005), in cui si narrano le vicende di una squadra di poliziotti che indaga su delitti irrisolti del passato. Storie emozionanti con  splendide colonne sonore  a causa delle quali, per una questione di diritti d’autore, la serie è una  delle poche  a non essere ancora uscite in dvd.

“NCIS – Unità anticrimine” (2005), racconta le vicende di un dipartimento della Marina degli Stati Uniti che investiga sui crimini commessi da membri dello stesso corpo militare . “NCIS”, 19 stagioni per più di 400 episodi,  è una delle serie più popolari, longeve e redditizie negli USA e nel mondo. Attori come Mark Harmon che interpreta “Jethro Gibbs” o i personaggi di “Abby” , “Tony DiNozzo” , “Ziva”, “Ducky”, “Tim McGee”, sono entrati nel cuore degli spettatori.

“CSI” e “Law & Order”, hanno avuto così tanto seguito, che sono state  realizzate numerose serie spin off, con altri cast di prim’ordine , riscuotendo lo  stesso  successo. Sono cosi arrivate sugli schermi: “CSI: New York”, “CSI: Miami”, “CSI Cyber”, “CSI: Vegas”, “Law & Order Unita Vittime Speciali”, “Law & Order Criminal Intent” e “Law & Order True Crime”.

Come già detto citarle tutte sarebbe stato impossibile, ma molte altre serie tv crime di qualità sono attualmente disponibili sulle varie piattaforme e di alcune vi consiglio la visione : “True detective”  tre stagioni su Sky, tre diversi cast stupendi, tre belle storie; “Chicago P.D.” nove adrenaliniche stagioni presenti anche queste su Sky, che narrano le vicende di un gruppo di poliziotti di Chicago.  “The Sinner” (Netflix), tre stagioni, tre avvincenti storie ma con lo stesso investigatore come protagonista; “Narcos”, “Narcos Mexico” e “El Chapo” tutte su Netflix, che raccontano con cruda realtà lo spietato mondo dei narcotrafficanti colombiani; “The Rookie”, “Blue Bloods” con un sempre bravo Tom Selleck, in onda sulla Rai e disponibili su Raiplay; Interessante anche la recente “Frammenti di lei”, serie Tv VM14, la cui prima stagione è stata da poco resa disponibile su Netflix.

Una citazione la merita anche “Mindhunter”, una serie tv molto interessante,  basata su una storia vera; racconta la nascita dell’unita speciale dell’ FBI, che negli anni 70 inizia a studiare e sviluppare  tecniche per catturare una nuova tipologia di assassino, il serial killer. Due stagioni presenti nel catalogo  Netflix, che consiglio agli amanti del genere Crime.

In un prossimo  articolo vi parlerò delle  serie tv  del genere crime/poliziesco prodotte in Italia e di grande audience, tratte da romanzi di  successo di diversi scrittori  italiani.

Come sempre vi do appuntamento al prossimo articolo e aspetto sempre le vostre e-mail con le richieste, consigli o suggerimenti, quindi scrivetemi a fenomenoserietv@gmail.com .

Live Long and Prosper

Michele.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Relazione Antimafia regionale all’Ars, Cracolici: “L’obiettivo è far sentire il fiato sul collo a Cosa Nostra” CLICCA PER IL VIDEO

Il presidente della commissione Antimafia siciliana, Antonello Cracolici, ha presentato all’Ars la relazione sull’attività della commissione a un anno dal suo insediamento

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.